Protocollo d’intesa per il rilancio della Nautica Pisana

PISA – Il desiderio di un forte rilancio del settore della Nautica, unitamente allo sviluppo della navigabilità dell’Arno ed alla promozione del turismo fluviale, sono le basi a sostegno del protocollo d’intesa sottoscritto mercoledì 16 settembre presso la Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti tra l’Amministrazione Comunale (rappresentata dal Sindaco Michele Conti) e dalle Associazioni di Categoria Unione Industriale Pisana (Dott.ssa Patrizia Alma Pacini), Confesercenti (Simone Romoli), ConfCommercio (Massimo Bacherotti) e CNA (Francesco Oppedisano).

di Giovanni Manenti

Al fine di favorire, pertanto, la progettualità sopra indicata, si intende potenziare le attività ad oggi affidate alla partecipata Navicelli Spa, così da convogliare presso un unico soggetto ogni misura che si renda necessaria per rendere il fiume Arno navigabile ed, al contempo, attuare qualsivoglia politica tendente allo sviluppo della cantieristica in tutta la filiera della Nautica da diporto.

In tale ottica, farebbero capo alla Navicelli Spa anche la gestione e manutenzione del Canale Incile, l’organizzazione e la messa a norma delle attività sulla sponda Sud dell’anno, incluso il rilascio delle concessioni e la gestione dei relativi canoni.

Il tutto affinché si possa avere un’unica visione relativa a tutto quel che concerne le attività che hanno come sbocco il fiume, la Darsena e la foce e, pertanto, la Navicelli Spa dovrà farsi altresì carico di tutte quelle iniziative tendenti a promuovere lo sviluppo del turismo fluviale e naturalistico attraverso la creazione di attività lungo il Canale e l’Arno al fine di rendere i percorsi d’acqua cittadini aree utilizzabili sia da residenti che da turisti.

Ecco quindi che, con la sottoscrizione del Protocollo d’intesa odierno ci si è posti l’obiettivo di sviluppare sinergie a favore del sistema integrato della Nautica Pisana, grazie al coinvolgimento delle Associazioni di Categoria interessate e dell’Amministrazione Comunale, con quest’ultima ad attivarsi nell’immediato per modificare e/o integrare il Contrario di Servizio con la Navicelli Spa, inserendovi l’affidamento delle ulteriori attività previste, comprese le necessarie modifiche statutarie sia per integrare l’oggetto sociale ai nuovi incarichi che per prevedere la nomina di un Consiglio di Amministrazione composto da 5 membri, con la possibilità di delega delle funzioni di gestione ad un Amministratore Delegato.

“Firmiamo un protocollo di intesa per dare delle risposte ad un settore della Nautica – afferma Michele Conti – che da troppo tempo aspetta risposte, da parte nostra abbiamo dato impulso alla Navicelli spa ed oggi è nostra intenzione cercare di dare un impulso alle attività che gravitano intorno al Canale dei Navicelli per poi procedere ad una riqualificazione ambientale della zona in Golena d’Arno che da troppo tempo risulta abbandonata e quindi trovare un accordo anche con il Parco di San Rossore per avere un tutt’uno da Bocca d’Arno sino al Canale dei Navicelli al fine di mettere in atto future progettualità che interessino l’intera zona e favoriscano tutte le aziende che vi operano”.

“Si tratta di un segnale d’intesa a favore delle imprese che operano nel settore della Nautica – afferma Patrizia Alma Pacini – che per la nostra zona rappresenta un fiore all’occhiello per il nostro export, e quindi ben venga un’azione di rilancio, anche perché vi sono molte aziende dell’indotto che potranno usufruire di tali incentivi”.

“Il coinvolgimento delle associazioni di categoria risulta particolarmente significativo in un momento particolare come questo che stiamo vivendo – afferma Simone Romoli – e creare un collegamento sostanziale tra il settore della Nautica ed il sistema commerciale e turistico non può che vederci conseguentemente favorevoli”.

“È per noi una grande soddisfazione questo protocollo d’intesa che da tempo avevamo auspicato per rilanciare tutto ciò che riguarda i servizi offerti lungo la via d’acqua sia per le aziende esistenti che per quelle che potranno sorgere lungo un argine del fiume riqualificato”, sostiene Massimo Bacherotti.

“Ci auguriamo che questa idea dia una nuova immagine di Pisa che rivaluti anche tutte le eccellenze cittadine afferma Francesco Oppedisano presidente del CNA Pisa – tra cui la Nautica è una di queste per poi divenire più robusta per affrontare le sfide concorrenziali che il mercato prevede e pertanto siamo ben felici della collaborazione tra tutte le associazioni di categoria interessate”.

By