Province, due proposte per la Toscana

PISA – La Toscana presenta due proposte di riordino delle province. Si passerà da 86 a 44 nelle regioni a statuto ordinario. 

SITUAZIONE – In Toscana a dire l’ultima parola dovrà essere il governo: la Regione infatti invierà al Governo due ipotesi di riforma, entrambe contenenti una richiesta di deroga, ricalcando la decisione già adottata dal Cal per non arrivare a divisioni interne. Ecco la risoluzione approvata a maggioranza dal Consiglio regionale: due le ipotesi che prevedono la Città metropolitana di Firenze e di 4 province: Arezzo, Prato-Pistoia (in deroga alla legge nazionale), Siena-Grosseto, e un’area vasta della costa che comprenda Pisa-Livorno-Massa-Lucca. La seconda proposta invece differisce dalla prima solo per la ripartizione della costa che verrebbe suddivisa in due realtà: Pisa-Livorno e Massa-Lucca.

 

You may also like

By