Provincia: la giunta approva il calendario venatorio per la stagione 2013-14

PISA – Approvato dalla giunta provinciale il Calendario venatorio provinciale per la stagione 2013-2014. In realtà, come spiega l’assessore Giacomo Sanavio, le competenze della Provincia sui tempi di caccia da quest’anno risultano assai limitate, stante l’avvenuta approvazione da parte della Regione Toscana di due recenti delibere. (La n. 419 del 3/06/2013, inerente i periodi e modalità di caccia agli ungulati e, soprattutto, la n. 556 dell’ 8/07/2013, relativa ai tempi di caccia sulle altre specie), nelle quali vengono assunte le principali decisioni in merito. In pratica, il Calendario di caccia da quest’anno non è più inserito nella L.R. 20/2002, per la quale la Corte Costituzionale, con sentenza n. 90 del 20/05/2013, ha disposto l’annullamento dei commi 1-5 e 6 bis, riguardanti appunto i tempi di prelievo per ciascuna specie, ma è e sarà in futuro disciplinato da atti amministrativi annuali della Regione. In tali deliberazioni regionali vengono sancite importanti novità, tra le quali:

a) la caccia al FAGIANO è consentita nel periodo compreso tra il 15 settembre al 30 dicembre 2013, fatta eccezione per le Aziende Faunistico Venatorie e Agrituristico Venatorie nelle quali è consentita, secondo i piani annuali approvati dalla Provincia, ai sensi dell’art. 8, comma 3, della L.R. n.20/02, fino al 30 gennaio 2014;

b)  la caccia alla LEPRE COMUNE è consentita dal 15 settembre all’8 dicembre 2013;

c) la caccia alla STARNA ed alla PERNICE ROSSA è consentita nell’intero territorio a gestione programmata della Provincia di Pisa e nelle Aziende Faunistico-Venatorie dal 15 settembre sino al 30 novembre 2013; per la STARNA è fissato un carniere massimo annuale per cacciatore di 5 capi; per la PERNICE ROSSA tale limite è di 10 capi/cacciatore;

d) la caccia al CONIGLIO SELVATICO, MERLO, QUAGLIA e TORTORA (Streptopelia turtur) sarà consentita dal 15 settembre al 30 dicembre 2013; per le specie QUAGLIA e TORTORA è disposto un carniere massimo annuo/cacciatore di 25 capi per ciascuna specie;

e) la caccia alle specie TORDO BOTTACCIO, ALZAVOLA, BECCACCINO, CANAPIGLIA, CODONE, COLOMBACCIO, CORNACCHIA GRIGIA, FISCHIONE, FOLAGA, FRULLINO, GALLINELLA D’ACQUA, GAZZA, GERMANO REALE, GHIANDAIA, MARZAIOLA, MESTOLONE, MORIGLIONE, PAVONCELLA, PORCIGLIONE E VOLPE, potrà essere svolta dal 15 settembre 2013 al 30 gennaio 2014; per CODONE e PAVONCELLA è disposto un carniere massimo annuo/cacciatore di 25 capi per specie;

f) la caccia è altresì consentita:

– dal 2 ottobre al 30 dicembre 2013 alla specie ALLODOLA, per complessivi 50 capi/cacciatore;

– dal 15 settembre al 31 ottobre 2013 alla specie COMBATTENTE, per complessivi 10 capi/cacciatore;

– dal 2 ottobre 2013 al 30 gennaio 2014 per le specie CESENA e TORDO SASSELLO;

– dal 1° novembre 2013 al 30 gennaio 2014 per la specie MORETTA, per complessivi 20 capi/cacciatore;

g) la caccia alla BECCACCIA, è consentita nel periodo compreso tra il 2 ottobre 2013 ed il 20 Gennaio 2014 con un carniere massimo di 20 capi/cacciatore.

h) è fatto divieto di utilizzare munizionamento a pallini di piombo all’interno di tutte le zone umide del territorio della Regione Toscana, quali laghi naturali e artificiali, stagni, paludi, acquitrini permanenti, lanche d’acqua dolce, salata e salmastra.

 

By