Il PSI di Pisa: “Fermiamo il degrado di Coltano”

PISAColtano è un borgo rurale collocato all’interno di un’area bonificata in epoca relativamente recente con edifici di pregio come la villa e la fattoria medicea.

Nel tempo la sua importanza sotto il profilo della produzione agricola è andata diminuendo e con essa la popolazione residente.

A seguito dello spopolamento importanti edifici e strutture sono state abbandonate e destinate ad un progressivo degrado a cui non sono sfuggite né la scuola né altri edifici pubblici né l’ambiente naturale.

Il disinteresse per Coltano degli enti che su questo territorio hanno ruolo e proprietà è sotto gli occhi di tutti: la Regione proprietaria della fattoria , il Comune della scuola e del campetto, lo Stato Centrale della villa Marconi e l’Ente Parco dei piani di gestione della tenuta; la frammentazione delle competenze non ha giovato alla soluzione dei problemi per frenare il degrado ambientale e abitativo.

Il piano di sviluppo che ci è stato sottoposto dalla Proloco evidenzia i punti di maggiore criticità della area legate alla insufficiente manutenzione del territorio , della sicurezza, spaccio di droga e presenza di popolazioni non inserite, l’urgenza di un recupero funzionale della scuola Diaz , delle stalle del Buontalenti e della stazione Marconi .

Le proposte avanzate dai cittadini del borgo sono condivise dal P.S.I. che si impegna a portarle a compimento nella prossima legislatura consiliare:

recupero di edifici pubblici e le altre relative;

risistemazione delle strade comunali e di vicinato al fine di migliorare l’accessibilità dell’area, mantenimento delle strade bianche e riapertura del casello autostradale in un contesto più ampio di viabilità a Ovest di Pisa;

allocazione di un sistema innovativo di telecamere di sorveglianza collegato con le centrali di sicurezza pubbliche e private;

rilancio del progetto “Peter camp” a servizio delle associazioni no profit e dei sistemi di turismo sociale;

Perché Coltano recuperi vitalità e rilievo economico e torni ad essere Borgo occorre costruire con i cittadini e gli imprenditori locale un progetto di recupero e di sviluppo che preveda:

passaggio dall’agriturismo al sostegno per lo sviluppo del turismo rurale ed ambientale;

gli immobili abbandonati o non più necessari all’attività direttamente agricola debbono poter essere destinati ad attività ricettive , commerciali e a residenza;

Il Parco Rossore deve estendere anche a Coltano le stesse misure e la stessa attenzione che riserva alla tenuta di San Rossore e la creazione delle previste strutture dei accoglienza;

Il P.S.I. con queste proposte concrete e condivise s’impegna a mantenere attive le attività agricole rimaste ed attirare nuove imprese, commerciali, turistiche di pregio e con esse a pensare di un ripopolamento e una nuova.

Fonte: Veronica Marianelli candidata a sindaco per il P.S.I.

By