Il punto sul campionato di serie B. Avvio sprint per le “matricole terribili”

PISA – Inizia come meglio non si sarebbe potuto prevedere l’avventura dei “Ringhio Boys” che “bagnano” l’esordio in B conquistando i tre punti nel match contro il Novara, in una seconda giornata che ha visto alla ribalta le “matricole terribili” dato che, oltre al Pisa, anche le altre neopromosse Spal e Cittadella (quest’ultima addirittura a punteggio pieno …) vincono tra le mura amiche, mentre il Benevento sfiora il “colpo gobbo” a Carpi.

di Giovanni Manenti

Tra le “Big”, riscatto del Bari, che espugna Perugia a tempo scaduto, mentre non va oltre il pari esterno il Verona e cade rovinosamente il Frosinone, sconfitto senza attenuanti dal Brescia di Mister Brocchi, in un turno che ha altresì visto il rinvio della gara tra Ascoli e Cesena per le conseguenze legate alla tragedia del terremoto.

Unica compagine a punteggio pieno (anche se, in teoria, anche il Pisa potrebbe raggiungerla, qualora vincesse il recupero di mercoledì a Terni …), il Cittadella degli ex nerazzurri Alfonso, Iori ed Arrighini supera senza eccessivi patemi la Ternana di “Benny” Carbone grazie alle reti in apertura di Litteri ed il raddoppio di Salvi poco dopo l’ora di gioco, mentre alle sue spalle si è formato un “Quartetto” formato, oltre che da Carpi e Benevento che si sono divisi la posta al “Cabassi” in un “botta e risposta” negli ultimi 20′ di gioco, con Catellani a salvare gli emiliani dopo il vantaggio esterno di Falco, dal Brescia “targato” Brocchi che si impone d’autorità per 2-0 nel match casalingo contro il Frosinone, con l’eterno “Airone” Andrea Caracciolo a mettere il “sigillo” con la sua rete n. 145 con la maglia delle “Rondinelle”, e dal Verona d Mister Pecchia che, dopo la roboante vittoria per 4-1 all’esordio contro il Latina, “segna il passo” sul comunque ostico campo dell’Arechi, contro una volitiva Salernitana, non capitalizzando la rete di Ganz in apertura e facendosi raggiungere da uno splendido colpo di testa di Coda poco dopo lo scadere dell’ora di gioco, in quella che, comunque, è parsa la più avvincente delle gare di giornata.

Capitolo a parte merita il Pisa ed i suoi straordinari tifosi che, vinta la “battaglia societaria”, hanno seguito i propri beniamini sul campo neutro di Empoli per non far mancare il loro appoggio nella gara che segnava il ritorno dei Nerazzurri nel Torneo Cadetto, risolto in loro favore grazie ad un quanto mai tempestivo inserimento del “Sindaco” (a proposito, quello vero era anch’egli in Tribuna a conferma del ritrovato feeling tra Squadra ed Istituzioni …) Andrea Lisuzzo, che, sugli sviluppi di un’azione derivante da calcio d’angolo, si trova “nel posto giusto al momento giusto” per poter ribattere in rete una respinta del portiere avversario su precedente colpo di testa di Eusepi. E’ il “goal partita”, che viene poi difeso con le unghie e con i denti, dato anche il logico ritardo di condizione dei ragazzi di Gattuso – il quale si trovava in tribuna scontando la prima delle due giornate di squalifica comminategli dopo Foggia – e sul quale mette il proprio sigillo anche il giovane estremo difensore Cardelli (in sostituzione di Ujkani impegnato con la propria Nazionale …), il quale compie uno straordinario e decisivo intervento proprio nei minuti di recupero andando a togliere dall’angolino basso una “velenosa” conclusione dal limite di Sansone.

Pronto riscatto anche per l’ultima “neopromossa”, vale a dire la Spal che, dopo la sconfitta alla prima giornata a Benevento nel “derby delle matricole”, si impone d’autorità al “Paolo Mazza” liquidando il malcapitato Vicenza con un perentorio 3-0 facilitato dall’espulsione dopo appena 5′ del portiere veneto Benussi, così come per il Bari che, dopo l’amara sorpresa della sconfitta interna all’esordio contro il Cittadella, fa il “colpo” al “Renato Curi” di Perugia grazie ad un rigore “last minute” trasformato da Maniero, utile a scacciare le prime nuvole sulla testa di Mister Stellone e che fa, viceversa, masticare amaro l’ex calciatore perugino Bucchi.

E, nel frattempo anche l’Entella riscatta il passo falso all’avvio sul campo del Frosinone, sconfiggendo tra le mura amiche l’Avellino ed attendendo ora proprio il Pisa nel doppio turno casalingo previsto dal Calendario e che costituirà il posticipo di lunedì prossimo 12 settembre, si concludono in parità le sfide tra Trapani e Pro Vercelli, con gli uomini di Mister Cosmi chiamati ancora una volta ad inseguire il risultato dopo la rete iniziale di Vajushi per i Piemontesi, rimontata da Coronado ad inizio ripresa, e tra Latina e Spezia per l’unico 0-0 di giornata che “fa classifica” per i padroni di casa e rimanda, viceversa, l’appuntamento con la prima vittoria stagionale per gli “Aquilotti” di Di Carlo.

By