Il punto sul campionato di serie BKT. Comandano Entella e Benevento

PISA – Termina la fuga solitaria dell’Entella, fermata sul pari esterno a Pescara e raggiunta in vetta alla Classifica dal Benevento, riuscito solo nel finale di gara ad avere la meglio sul Cosenza.

di Giovanni Manenti

Alle spalle delle due capolista si fa largo il sorprendente Ascoli, straripante a Castellammare di Stabia, al pari della Salernitana, corsara nel posticipo a Trapani, così da superare entrambe Pisa e Perugia, peraltro reduci da due significativi pari esterni contro Chievo e Spezia rispettivamente, le quali vengono raggiunte dall’Empoli, mentre continua a far fatica il Frosinone ed, in fondo alla graduatoria, festeggia il primo successo stagionale il Livorno, superando il Pordenone davanti al proprio pubblico, così da lasciare al Trapani, ancora a zero punti, il solitario ultimo posto.

Ci è mancato poco che l’Entella non infilasse il poker di vittorie, ritrovandosi in vantaggio all’Adriatico grazie ad una rete in mischia di Schenetti poco dopo la mezz’ora di gioco, per poi subire il pareggio di Memushaj direttamente su punizione a 17′ dal termine, così fermando a 343′ l’imbattibilità del proprio estremo difensore Contini, per un pari comunque tutt’altro che da disprezzare, anche se permette al Benevento di affiancare la formazione ligure al comando della Classifica a quota 10 punti, in virtù del successo in extremis ottenuto al “Vigorito” contro un Cosenza votato sulla difensiva e punito da Armenteros mentre stavano per sfilare i titoli di coda del match. Il “crack” di giornata spetta all’Ascoli che non ha pietà (5-1) di una Juve Stabia punita oltre i propri demeriti e che può imprecare alla sfortuna (due pali colpiti …) ed alla giornata di grazia del portiere marchigiano Leali, prima di venire travolta in avvio di ripresa dalla doppietta del 21enne attaccante olandese Alessio Da Cruz, e quindi arrendersi definitivamente anche per le incertezze del proprio estremo difensore. Al pari dei bianconeri ascolani, si porta al terzo posto a quota 9 punti anche la Salernitana che, grazie ad un calcio di rigore trasformato da Kiyine al 72′, si afferma nel posticipo serale a Trapani, mentre rallenta il Perugia, uscito comunque indenne dal “Picco” di La Spezia dopo essersi trovato in vantaggio poco dopo il fischio di inizio con Bonaiuto, per poi essere rimontato dalle reti di Capradossi e Ricci su rigore già nel corso del primo tempo, rischiare il colpo del ko nella ripresa, prima di trovare il punto del definitivo 2-2 proprio in chiusura grazie al subentrato Iemmello, giunto al suo quarto centro stagionale. Di tale risultato approfitta un Empoli ancora a ritmo ridotto, cui basta un calcio di rigore trasformato da La Gunmina dopo appena 4′ di gioco per portare a casa il successo contro il Cittadella ed affiancare gli umbri a quota 8 in Classifica.

Vetta della graduatoria sognata anche dal Pisa per un’ora intera, ovvero il tempo intercorso tra l’iniziale vantaggio di Marconi al 18′ della gara esterna al “Bentegodi” contro il Chievo ed il pari siglato dal 23enne Lorenzo Dickmann a 12′ dal fischio finale, solo che, nel frattempo, i nerazzurri si erano portati sul 2-0 per il bis (seconda doppietta consecutiva) concesso dal 30enne attaccante di Mister D’Angelo, imperioso nel raccogliere di testa uno splendido cross dalla destra di Belli, non lasciando scampo all’estremo difensore avversario. Punta sull’orgoglio, e complice un eccessivo arretramento del Pisa, soprattutto in un centrocampo rivelatosi incapace di fare da frangiflutti come viceversa avvenuto nella prima frazione di gioco, la formazione clivense ha preso campo, riversandosi nella metà campo nerazzurra, creando molte mischie in area e tiri da fuori spesso ribattuti sino a che una conclusione di giustezza di Segre a 20′ dal termine ha riacceso le speranze per i padroni di casa, poi divenute realtà con il citato punto di Dickmann che ha trovato l’angolino basso alla sinistra di Gori invano proteso in tuffo. Resta un pizzico di amaro in bocca, ma occorre considerare come il Pisa abbia ottenuto 8 punti in quattro gare dopo aver già affrontato squadre come Benevento, Cremonese e Chievo pronosticate dagli addetti ai lavori tra le favorite per la Promozione, nonché essere stato penalizzato dalle uscite per infortunio di Lisi e De Vitis che hanno sicuramente inciso sull’esito della sfida, ma di contro godiamoci l’esplosione di Marconi, da ieri sera solitario Capocannoniere con 5 reti e che può rivelarsi la classica “arma in più” a disposizione del tecnico.

Per il resto, torna al successo la Cremonese, reduce da due sconfitte consecutive, che regola per 2-1 allo “Zini” il Crotone in virtù di una prima frazione di gara in cui vanno a segno Ceravolo e Palombi, reti inframezzate dal momentaneo pareggio di Zanellato per i calabresi, mentre stenta a decollare il Frosinone di Alessandro Nesta, che nell’anticipo di venerdì sera opposto al Venezia ha addirittura rischiato la sconfitta dopo che al 10′ della ripresa Capello aveva portato in vantaggio i lagunari, prima di trovare il pareggio con Capuano al 65′ e quindi sfiorare la vittoria nel recupero con un colpo di testa di Paganini respinto dalla traversa, vittoria “scaccia crisi” che, al contrario, non sfugge al Livorno che all’Armando Picchi trova le prime reti ed i primi punti stagionali riuscendo a superare per 2-1 il Pordenone, dopo essere passato in vantaggio con una gran conclusione di Agazzi al 20′ di un primo tempo dominato, per poi subire il pari in avvio di ripresa da parte dell’ex nerazzurro Strizzolo e quindi toccare a Marras, su perfetto assist di Marsura, mettere a segno al 68′ la rete del definitivo vantaggio difesa da Zema nei minuti conclusivi.

I risultati e i marcatori della quarta giornata

Frosinone-Venezia 1-1 54’ Capello (V), 65’ Capuano (F)

Benevento – Cosenza 1-0 93’ Armenteros (B)

Cremonese – Crotone 2-1 22’ Ceravolo (Cre), 28’ Zanellato (Cro), 43’ Palombi (Cre)

Empoli – Cittadella 1-0 4’ La Gumina (rig.)

Juve Stabia – Ascoli 1-5 46’ e 56’ Da Cruz (A), 61’ Cissè (JS), 79’ Chajia (A), 82’ rig. Ardemagni (A), 90’ Pucino (A)

Livorno – Pordenone 2-1 21’ Agazzi (L), 55’ Strizzolo (P), 68’ Marras (L)

Pescara – Virtus Entella 1-1 32’ Schenetti (E), 72’ Memushaj (P)

Spezia – Perugia 2-2 6’ Buonaiuto (P), 22’ Capradossi (S), 30’ rig. Ricci M. (S), 90’ Iemmello (P)

Chievo – Pisa Sc 2-2 18′ e 55′ Marconi (P), 68′ Segre (CV), 78′ Dickmann (CV)

Trapani-Salernitana 0-1 72′ Kiyine (S)

LA NUOVA CLASSIFICA 

Benevento, Entella 10

Ascoli, Salernitana 9

Perugia, Empoli, PISA SC 8

Pescara 7

Pordenone, Cremonese 6

Crotone, Chievo Verona 5

Spezia, Venezia, Frosinone 4

Livorno, Cittadella 3

Cosenza, Juve Stabia 1

Trapani 0

By