Qui Salerno. Allenamento a porte chiuse al “Terzo Tempo”. Non esiste un caso Mancini. Smentita ufficiale del giocatore

PISA – Penultimo allenamento settimanale stamani per la Salernitana prima del delicato impegno col Pisa. La truppa di Gregucci si è ritrovata di buon mattino al centro sportivo Terzo Tempo di San Mango Piemonte per un allenamento del venerdì classico, senza troppi carichi ma con molta tattica e agilità.

Erano assenti Esposito e Berardi, alle prese coi rispettivi recuperi e terapie, idem Molinari che ha però fatto capolino al campo. Domani potrebbe rivedersi a bordo campo anche Bianchi, che inizierà il suo percorso personalizzato di recupero dopo l’intervento per la riduzione della frattura alla mandibola. C’era Manuel Mancini, che s’è però allenato ancora una volta a parte col preparatore Scarpellino e contro il Pisa continuerà a star fuori dai convocati. Proprio Manuel Mancini ha smentito attraverso il sito ufficiale della Salernitana un suo diverbio con il Ds Fabiani: “Colgo l’occasione per precisare che non ho mai avuto screzi o litigi, né col Direttore Sportivo Fabiani, né col mister, né con la squadra. Ho lasciato il ritiro di Roma per problemi di salute e come sempre accade in queste occasioni avevo bisogno di un paio di settimane di lavoro atletico per poter rientrare. Preciso inoltre che già dalla scorsa settimana era previsto il mio rientro in gruppo ma sono stato io stesso a voler temporeggiare per poter tornare ad allenarmi con la squadra nella condizione più ottimale possibile, così da poter dare il supporto migliore ai miei compagni”, ha affermato il diretto interessato che dalla prossima settimana dovrebbe riprendere ad allenarsi con il resto della truppa per provare ad essere disponibile in vista del rush finale di stagione. “A Frosinone la squadra ha fatto benissimo nel primo tempo. Nella ripresa abbiamo sofferto un po’ ma siamo stati bravi a trovare il vantaggio con Gustavo. Peccato per il gol subito al 95’, ma credo che i miei compagni abbiano sfoderato un’ottima prestazione, dimostrando di potersela giocare a viso aperto con la capolista. Questo lascia sicuramente ben sperare in vista dei play-off – ha aggiunto sull’attuale momento della Salernitana – Per noi sarà una partita importantissima. I ragazzi sono carichi e speriamo di riuscire a vincere. Conquistare tre punti domenica vorrebbe dire mettere un mattone significativo per i play-off. In questo momento l’obiettivo prioritario è quello di entrare a far parte delle squadre che andranno agli spareggi. Se riusciremo poi a guadagnare qualche posizione di maggiore prestigio ben venga. I play-off sono un campionato a parte in cui ti giochi tutto in poche partite. Occorrerà la personalità giusta per fare bene”.

Non sembra in dubbio la conferma del 4-2-3-1 domenica, con Perpetuini e Montervino che lottano per una maglia accanto a Pestrin. Se giocassero invece tutti e tre non sarebbe da escludere la soluzione con Volpe, Foggia e il capitano dietro Mendicino (a scivolare in panca sarebbe Fofana). Avrà ancora la giornata di domani Gregucci però per decidere: l’appuntamento per la rifinitura è alle 10.30 al campo Volpe, sempre a porte chiuse.

Fonte: www.solosalerno.it

SOTTO L’ALLENATORE DELLA SALERNITANA GREGUCCI (foto tratta da zeroottonove.it)

20140404-173040.jpg

By