Racconti e brindisi sulle Antiche Mura

PISAVenerdì 21 e sabato 22 settembre un altro doppio appuntamento serale con le novelle di Decameron 2013 e con la degustazione dei vini pisani targata Fisar.

Venerdì 21 settembre sulle Antiche Mura appuntamento con lo scrittore Marco Vichi che, passeggiando tra piazza delle Gondole e piazza dei Miracoli, presenterà Decameron 2013, il volume edito da Felici Editore (oggi Istos) che raccoglie le novelle di 40 autori toscani. Avventure di bambini, di donne e di uomini, amori infelici, storie di paura, beffe: 100 racconti divisi in 10 giornate, ognuna con un tema specifico, che raccontano la nostra epoca come il Decamerone di Boccaccio raccontava la società trecentesca. Dal senso di precarietà all’amore, dalle paure quotidiane alle cose normali della vita: se 700 anni fa i dieci giovani che fuggivano da Firenze volevano allontanare il pensiero della peste, gli autori toscani del moderno Decameron si riuniscono nel castello immaginario di Fontenera e attraverso i racconti cercano di dimenticare la crisi.
L’attore Lorenzo Degl’Innocenti leggerà alcune delle novelle presenti nel volume, che per l’occasione sarà in vendita; ingresso alle 18 dall’entrata di Piazza delle Gondole. Una parte dell’incasso sarà devoluto all’Associazione Il Filodijuta che da 19 anni opera in Bangladesh con progetti di cooperazione che riguardano soprattutto scuole e sanità nella regione più povera del paese.

Il giorno successivo, sabato 22 settembre dalle 17.00 alle 19.30, sarà la volta di ‘Calici sopra le Mura’, in collaborazione con la Fisar – Delegazione Storica di Pisa. Lo splendido scenario di Pisa al tramonto che si gode dalle Antiche Mura diventa teatro di una degustazione guidata. Ammirando il panorama che spazia dal centro storico al Monte Pisano, si potranno assaggiare alcuni esempi della produzione vitivinicola pisana: in particolare ‘Eola’ dell’azienda Colline di Sopra di Montescudaio (vitigni Sangiovese e Merlot), ‘Torre del Vajo’ dell’azienda Torre a Cenaia di Crespina (vitigni Sangiovese, Cabernet-Sauvignon e Syrah) e ‘Cuore Perduto’ dell’azienda Riccardi Toscanelli di Pontedera (vitigni Sangiovese e Canaiolo). Presso gli ingressi di Torre Piezometrica, Piazza delle Gondole e della Torre di Legno, saranno allestite altrettante postazioni con un oratore e con i sommelier che illustreranno le caratteristiche dei singoli vini, spiegheranno le tecniche corrette per la degustazione e saranno pronti a soddisfare tutte le curiosità dei partecipanti (numero massimo 70). Tracolla e calici in omaggio con il prezzo del biglietto.

Prenotazione consigliata fino ad esaurimento posti disponibili telefonando al numero 0500987480 dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 19. Costo biglietto per ‘Decameron 2013’: intero 10 euro; ridotto a 7 euro per residenti, disabili, bambini dagli 8 ai 12 anni, convezioni; gratuito per accompagnatori dei disabili e per bambini fino agli 8 anni. Per ‘Calici sopra le Mura’ biglietto intero a 12 euro, ridotto a 10 euro per residenti, disabili, convenzioni; gratuito per accompagnatori dei disabili; tracolla e calici in omaggio. Diritto di prevendita 1,50 euro per tutti gli eventi. Informazioni anche sul sito www.muradipisa.it.

La rassegna ‘Mura sotto le stelle’ è organizzata da Coopculture, Cooperativa Itinera e Promocultura, che costituiscono l’associazione di imprese che gestisce il camminamento in quota delle Antiche Mura di Pisa. Con il patrocinio del Comune di Pisa e in collaborazione con City Grand Tour, Associazione il Filodijuta, Laboratorio Mappa-Università di Pisa, Fisar – Delegazione Storica di Pisa.

Realizzate tra il XII e il XIII secolo, le Mura di Pisa sono un esempio dell’architettura militare dell’epoca. Nella parte settentrionale della città si sono conservate quasi interamente: questo ne ha permesso il restauro e oggi si può percorrere il camminamento in quota, da cui ammirare un inedito panorama cittadino. Il percorso misura 3 km con 4 punti di salita, di cui 3 accessibili alle persone con disabilità; intorno alle Mura si sviluppano 3 ettari di verde urbano, il cosiddetto pomerio.

By