Rachid Arma: “Con il Frosinone gara difficile, ma con l’aiuto del pubblico possiamo farcela”

PISA- – Dopo il successo in terra abruzzese riprendono i lavori in casa Pisa in vista della doppia semifinale Playoff contro il Frosinone. Ai microfoni della sala stampa, Rachid Arma analizza l’andamento della partita dell’Aquila approfondendo poi nella seconda parte, la situazione in casa Pisa.

20140513-152848.jpg

di Andrea Frassi

Una. situazione che vede la truppa agli ordini di Menichini convinta dei propri mezzi e desiderosa di essere incitata da un pubblico che, come più volte ricordato da Arma, in queste categorie può risultare fondamentale sia in casa sia come successo domenica scorsa fuori casa.

Vittoria sofferta all’Aquila dove forse il Pisa ha ottenuto più di quello che meritasse ma il calcio insegna che quello che prendi e quello che dai alla fine si equilibrano…

“Si, il calcio è questo, sappiamo che quando sbagli due o tre gol prima o poi lo prendi. Siamo stati bravi a portare la fortuna dalla nostra parte visto che comunque, nel corso del campionato l’abbiamo avuta contro. Vincere Domenica è stato molto importante perché ha portato entusiasmo per affrontare queste semifinali contro la squadra più forte del campionato. Domenica sarà molto difficile ma sappiamo che possiamo contare sull’apporto del nostro pubblico e cerceheremo di fare bene.”

Tu sei l’unico insieme a Giovinco ad aver già vinto i playoff; tu tra l’altro sei riuscito nell’impresa di battere una corazzata come il Lecce, come si vincono quindi queste partite contro supercorazzate?>/strong>

“Si, ho avuto la fortuna di vincerli l’anno scorso a Carpi contro il Lecce, beh che dire, oltre ad avere i giocatori di categoria superiore servono fortuna ed episodi a favore.”

Il Pisa nel corso del Campionato è riuscito a battere almeno una volta le altre squadre, tutte tranne il Frosinone…

“Si anche se noi contro le grandi abbiamo sempre fatto buone prestazioni visto che loro cercando di fare gioco lasciano ampi spazi per i nostri contropiedi. Quando troviamo squadre come il Frosinone che si chiudono bene noi facciamo più fatica perchè siamo più predisposti a giocare le partite sugli errori degli altri e sulle ripartenze come abbiamo fatto contro le piccole. Ora affronteremo una squadra che viene qua a giocarsela a viso aperto e lasceranno per forza di cose qualche occasione, occasione che dovremmo riuscire a sfruttare al meglio.”

Archiviata la pratica Aquila si torna a giocare sui 180 minuti, cosa cambia?

“Si, qualcosa cambia perché comunque giocare fuori la partita secca provoca sempre più tensione ed ora invece puoi gestirti i 180 minuti. Cercheremo di fare gol in casa facendo molta attenzione a non subirlo per poi andarci a giocare la qualificazione a casa loro.”

Un Frosinone che in casa non ha mai perso…Credi che vincendo Domenica il Pisa possa compiere un passo importante?”

“Vincere domenica e pareggiare al Matusa andrebbe benissimo. Anche se non perdono in casa l’importante è vincere Domenica dove sappiamo che potremo contare sull’apporto di un grande pubblico.”

E’ stata una stagione di alti e bassi ma da alcune settimane tutti sono uniti verso un’unico obiettivo soprattutto pare ritrovato il feeling della squadra con i tifosi..

“E’ fondamentale avere dalla propria un pubblico come quello di Pisa. Tutti siamo contenti di aver riportato entusiasmo in città, un entusiamo che si era un po’ spento. noi giocatori insieme ai tifosi proveremo a vincere i playoff.”

Menichini con concetti semplici pare sia riuscito a fare quadrato riuscendo anche a migliorare la condizione fisica…

“Si stiamo bene sia fisicamente sia mentalmente. E’ un mister esperto che riesce a trasmetterci la propria esperienza riuscendo a sfruttare al meglio le caratteristiche di ognuno di noi

Menichini ha cambiato anche il modulo adesso hai due giocatori dietro a fare movimento, come ti trovi?

“Ora là davanti abbiamo più libertà, il mister non vuole che lasciamo punti di riferimento per cui ci lascia svariare molto sul fronte d’attacco riuscendo così a creare qualche occasione in più che è fondamentale in partite come queste.”

L’anno scorso vincesti i playoff senza segnare, ora speri di migliorare questo aspetto?

“Se vinciamo e non segno va bene così, io cerco sempre di dare il mio contributo sia in fase difensiva sia nelle azioni di attacco, sono sincero ora chi segna segna l’importante è il risultato finale. Se vinciamo i playoff senza che io segni sono contento uguale i playoff si vincono tutti insieme.

Dalle tue parole sembri non soffrire il duello con l’altro bomber del girone Ciofani…

” No, non ci penso minimamente. Il mio scopo è vincere i playoff.”

By