Raffaele Latrofa presenta i risultati dei primi mesi di campagna elettorale

PISA – Presso la sede di “Pisa nel Cuore” in Piazza Toniolo il candidato Sindaco Raffaele Latrofa ha tenuto una conferenza stampa riguardo al bilancio della prima parte di campagna elettorale con risultati e sondaggi.

DA FEBBRAIO AD OGGI. Siamo partiti da febbraio con una scelta precisa, quella di mettere da parte la politica nazionale e concentrarci sull’amministrazione. Pisa nel Cuore non è stata alla finestra ad attendere e non ha tenuto conto di ciò che sarebbe accaduto alle elezioni politiche del 4 marzo le cui ripercussioni oggi sono purtroppo evidenti. Pisa nel Cuore è partita con una proposta civica seria frutto di cinque anni di lavoro. La campagna elettorale è iniziata partendo dalla nostra storia, quella di un gruppo di lavoro composto da 50 persone che da anni si incontrano e parlano di un progetto per una nuova Pisa. Siamo stati i primi a toccare tutti i punti sensibili del degrado e della mala gestione della città attraverso il dialogo costante e continuativo con i cittadini. In che modo? Utilizzando i social come canale diretto e facendo più di 50 incontri sul territorio e a casa delle persone.

IL COMMENTO. Dice Latrofa: “Siamo convinti che ci sarà un ballottaggio alle prossime elezioni e che io sarò tra i due concorrenti. Abbiamo riscontrato che sui social c’è una larga fetta di persone che si informa tramite questo strumento o legge addirittura i giornali su internet. Abbiamo anche utilizzato metodi tradizionali come il faccia a faccia, rispondendo alle singole esigenze dei cittadini. Un buon politico locale sa mantenere il dialogo con le persone e ne conosce gli umori. Pensate che in uno degli ultimi consigli comunali il Sindaco Filippeschi ha dichiarato di aver commissionato un sondaggio per sapere cosa ne pensano i cittadini sui temi della città, dicendosi meravigliato dell’interesse di oltre il 50% dei pisani sulla questione Arena Garibaldi. Dico che ha scoperto l’acqua calda, quando l’avrebbe potuto scoprire da tempo. Questo io l’avevo capito da un paio d’anni e un politico serio non dovrebbe commissionare sondaggi, ma dovrebbe recarsi direttamente sul territorio come abbiamo fatto noi in questi anni. In questi mesi abbiamo avviato una fase di denuncia, parlando, nei nostri video, di molte tematiche sensibili come il nuovo stadio, il People Mover, il parcheggio di piazza Vittorio Emanuele, le mura e le scuole. Oggi presentiamo i nostri risultati.”

DATI SOCIAL. Questi sono i risultati del nostro dialogo con i cittadini. Nel corso dei nostri numerosi incontri abbiamo avuto un faccia a faccia con oltre 3 mila persone. I nostri video hanno raggiunto 2,4 milioni di contatti e i video di denuncia fatti attraverso i nostri canali social sono stati visualizzati da 276 mila persone (visualizzazioni fino a 10’’) e sono stati visti per intero da 36 mila persone, ovvero dal 50% circa del target elettorale di Pisa. Abbiamo avuto oltre 2 mila messaggi e interazioni. Da una recente indagine sulle intenzioni di voto, tramite Google Survey, emerge che siamo passati dal 5% al 20% di preferenze sul candidato Sindaco negli ultimi due mesi. Per raggiungere l’obiettivo ballottaggio, ci manca l’ultimo tratto di cammino. Da qui alla fine delle elezioni affronteremo i punti fondamentali della nostra politica dei doveri, dando risposte concrete alle richieste dei cittadini anche attraverso una campagna video e sul territorio come abbiamo sempre fatto.

25 MAGGIO. L’appuntamento più importante per noi sarà quello del 25 maggio, alle ore 18.30, in cui invitiamo tutti, candidati e cittadini, in Piazza Chiara Gambacorti (conosciuta come Piazza della pera), per un’occasione unica di confronto tra i candidati Sindaco e i cittadini in modo diretto e pragmatico. Sarà una discussione aperta sui programmi e i problemi della città, un momento in cui i cittadini potranno chiedere e i candidati avranno il dovere di rispondere.

By