Ranieri del Torto convoca per il 29 maggio l’ultimo Consiglio Comunale. Nerini: “Incredibile”

PISA – A pochi giorni dalle lezioni di domenica 10 giugno, Ranieri Del Torto, Presidente del Consiglio Comunale, ha convocato per martedì prossimo 29 maggio dalle 17 Sala Regia del Comune, una nuova seduta del Consiglio Comunale.

“In piena campagna elettorale – ha così spiegato Del Torto – è stato necessario convocare questa nuova seduta del Consiglio Comunale per poter mettere in votazione i cosiddetti “debiti fuori bilancio”, cioè quelle pratiche dove il Comune deve pagare, come ad esempio, le contravvenzioni al Codice della Strada appellati dai cittadini davanti al Giudice di Pace. Un atto dunque dovuto – ha concluso Del Toto – ed al quale non potevamo sottrarci e per non esporre l’Ente anche da ulteriori spese”.

Della convocazione un po’ a sorpresa parla Maurizio Nerini Consigliere di Noi Adesso Pisa. “Caro Presidente, Pensavo davvero di averne viste tutte, ma mi sbagliavo…riuscite sempre a sorprendermi e superate in peggio voi stessi. Dopo oltre un mese dall’ultimo dissacrante seduta del Consiglio del 25 aprile, non pensavo proprio di essere convocato per un’altra ulteriore …urgente, straordinaria, indispensabile, folle. Credevo che nel caso almeno una conferenza dei capigruppo ci volesse, ma niente. Pensavo che il clima clamorosamente trasudante di campagna elettorale ormai avesse fagocitato ogni atto , ma così non sembra. Pensavo che ad oggi fosse in frenetica attività oltre all’Ufficio Elettorale, solo il Cerimoniale al quale non stanno bastando i chilometri di nastro tricolore delle inaugurazioni. Pensavo che Serfogli e il suo vice Filippeschi, i 48mila€ e nell’orgia delle proiezioni elettorali, avvinti da un sentimento di generosità, con uno schiaffo morale a tutti, li tirassero fuori loro di tasca. Pensavo male … evidentemente, ma se si dice che “a pensare male si fa peccato ,ma il più delle volte ci si indovina” a questo punto mi aspetto che risponda qualcuno alla mia interpellanza giacente visto che non c’è obbligatorietà, ma che si dice sia “un atto politico” rispondere, se di politici in giunta ci son rimasti. PRETENDO LA RISPOSTA SCRITTA DALL’ASSESSORE FORTE (mi dispiace scriverlo maiuscolo) per quanto riguarda una interrogazione sui posti peri bus al parcheggio del People Mover (0=ZERO) del giugno 2017. Chiedo se da qui al 10 giugno dobbiamo aspettarci delle nuove sorprese, se posso organizzarmi la Nostra campagna elettorale che sta andando a gonfie vele visto che riusciamo a sfruttare benissimo questi scivoloni che si ripetono con una frequenza disarmante. Con Noi sarà tutta un’altra storia…però prima faremo i …Conti!”.

By