Ratti nel carcere Don Bosco di Pisa. La denuncia dell’OSAPP

PISA – Ratti nel carcere Don Bosco di Pisa. A denunciarlo Alessio Vetri Segretario Provinciale dell’ OSAPP – Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria.

image

“Ci viene segnalata dai colleghi tutti la seria preoccupazione per le condizioni igienico sanitarie dell’Istituto. In modo particolare la crescente colonia di ratti che invade l’intera area del carcere; gli stessi sono stati avvistati nei cortili passeggi ed in prossimità delle postazioni dei colleghi addetti alla vigilanza esterna, oltre che nell’area immediatamente esterna all’istituto, che soggiace in un completo stato di abbandono con accumulo di materiale di risulta di lavori fatti tempo addietro; dopo due missive inviate al Direttore dell’Istituto prima e successivamente al Provveditore della Regione Toscana ed ai vertici sanitari della struttura pisana, la risposta è stata “che svariati interventi di derattizzazione sono stati effettuati e che la presenza dei ratti è endemica in tutte le città dove vivono principalmente all’interno di anfratti e fognature nel sottosuolo, per cui si può ipotizzare che i ratti provengono dall’esterno e trovando condizioni favorevoli all’interno dell’istituto, vi diventino stanziali; attualmente non è possibile ipotizzare soluzioni realmente efficaci a meno di immaginare radicali interventi all’impianto fognario. Chiediamo interventi con carattere di urgenza che devono divenire sistematici, eliminando quelle situazioni che sicuramente alimentano il decadimento sanitario sopra descritto: ci riferiamo ad un opera di recupero dell’Istituto e dell’area esterna adiacente l’istituto (aree che giacciono in un completo stato di abbandono che di certo non giova all’opera di derattizzazione)”.

By