Real Forte Querceta – Pisa, la prima di Gattuso: così così…

FORTE DEI MARMI – Prima uscita vittoriosa per il Pisa targato Gattuso, a poco più di 2 settimane dell’inizio del campionato, contro il Real Forte Querceta, squadra che milita nel campionato di Eccellenza.

di Matteo Badalamenti 

image

Squadra schierata con il 4-3-3 nel primo tempo, modulo già provato in allenamento il giorno dopo il suo arrivo. Ad inizio gara il Pisa parte voglioso e dinamico, cercando di prendere possesso della metà campo avversaria, sicuramente sospinto dalla voglia dei giocatori di impressionare positivamente il nuovo tecnico.

Le intenzioni sono chiare: squadra corta e palla sempre in movimento al fine di creare spazi e liberare le corsie esterne, con Caponi in versione playmaker con il compito di ampliare il gioco grazie al suo piede educato. Tanta buona volontà e qualche errore di precisione per il centrocampista ex Pontedera, richiamato spesso da “Ringhio” Gattuso. Lucchesi a fine gara dirà: “La posizione che occupa Caponi in mezzo al campo è delicata e un giocatore se vuole stare in quel ruolo deve fare di più. Se Gattuso lo ha richiamato vuol dire che le cose non andavano così bene” Il Real Forte Querceta tiene comunque bene il campo dimostrandosi una squadra organizzata e ben costruita. Il Primo tempo termina a reti bianche, con poche occasioni da entrambe le parti. Sicuramente senza vedere granché di interessante fatta eccezione per due ottimi spunti di Ernesto Starita e una conclusione aerea di Polverini.

image

Nel secondo tempo il Pisa passa al 4-3-1-2 già adottato con Favarin e l’allenatore opera diversi cambi e richiama proprio in panchina Caponi per far spazio proprio al nuovo acquisto Luca Verna, che risolverà poi la partita a 3′ dalla fine, con un tiro al volo effettuato dentro l’area e sporcato da una deviazione avversaria, che fa impennare il pallone facendolo finire alle spalle del portiere avversario.

Il migliore in campo per distacco nelle file nerazzurre e’ Ernesto Starita, il giovane attaccante, arrivato nell’ultima sessione di mercato in prestito dalla Pro Vercelli, si è impegnato molto creando alcuni problemi alla retroguardia avversaria e spendendosi anche in fase difensiva e pare aver già recepito il pensiero del Mister: disponibilità al sacrificio e voglia di lottare per la squadra e per la maglia. Nel Real Forte da segnalare la prova del numero 11 Anzillotti. Buona prova anche per Ricci e Polverini, quest’ultimo apparso molto sicuro al fianco di Capitan Paolo Rozzio. Sono invece apparsi un po’ spenti i due terzini Golubovic e Fautario ed il centrocampista Coccolo.

Prova dunque volenterosa e di carattere per i ragazzi, sicuramente sospinti dalla voglia di fare bene e dal cauto ottimismo che comunque circonda in questo momento l’ambiente. La rosa purtroppo ha evidenziato ancora alcune mancanze, soprattutto nel cuore del reparto avanzato. Buona nel complesso la prestazione sotto il profilo atletico, calata lievemente nella parte finale della partita, e che verrà ulteriormente messa alla prova nella prossima settimana, che vedrà il Pisa impegnato in altre due amichevoli. Il gioco di Gattuso e’ molto bello a vedersi, molto dispendioso a livello fisico e quindi richiede  una grande preparazione atletica e pochi errori in fase di possesso. Per farlo il Pisa deve ancora migliorare. Tanto.

By