Referendum. Noi Adesso Pis@ vota ni

PISA – Si o no? Ni. Questa è la posizione di “Noi Adesso Pis@”, riguardo al referendum del prossimo 4 Dicembre. E a differenza degli altri partiti la lista civica di Diego Petrucci non si schiera e lascia piena libertà individuale di decidere su come esprimersi ai propri elettori.

di Antonio Tognoli

imageDel disegno di legge AS 1429-B, che risponde alla riforma Renzi-Boschi, si è parlato in un incontro-dibattito molto partecipato nel locale “La Paperina By Night” di Largo Arieti, con il Dr. Giacomo Mannocci, esperto di diritto costituzionale, che ha snocciolato i vari pro e i vari contro del SI e del NO.

“Non ho preso personalmente posizione né sul SI né sul NO – dice Mannocci – ovvio che un’idea individuale ce l’abbiamo come ce l’hanno tutti, ma noi abbiamo preferito informare i cittadini dei Pro e dei Contro del SI e del NO. Da addetto ai lavori ritengo che siano di più le mancanze in questa riforma che i veri e propri vantaggi. Questa riforma nasce con due anomalie: la prima è che la proposta di legge proviene da una iniziativa del governo e in secondo luogo secondo la sentenza 1 del 2014 parte dei seggi sono stati eletti in una maniera non conforme.

image“Noi Adesso Pis@ non si schiererà né dalla parte del si, né da quella del no – rincara Leonardo Sbrana – Riteniamo che anche quando c’è un divorzio da marito e moglie le colpe non sono mai da una parte sola. Credo che non tutto sia da buttare, ma secondo noi aldilà del conflitto politico il cittadino deve sapere a che cosa va incontro”.

image“A me questa costituzione non piace – continua Sbrana – però se cambiasse in positivo dando maggior potere al popolo ovviamente saremo tutti soddisfatti. Viceversa se fosse un cambiamento che togliesse la sovranità al popolo no lo accetteremo. È per questo che abbiamo deciso di non schierarci né dalla parte del si né da quella del no”.

Sbrana si sofferma anche sul conflitto politico che c’è attualmente: “Questo referendum ha assunto una valenza politica. Sembra di assistere a chi è con Renzi e a chi è contro Renzi. Questo referendum è già proiettato verso le elezioni e questo a noi non piace. In questo momento – conclude Sbrana – in Italia c’è molta confusione no abbiamo deciso di percorrere una strada asettica”.

 

 

 

 

 

 

By