Renzo Ulivieri ad Ale’ Nerazzurri: “Se il Pisa non fosse fallito dopo lo spareggio contro l’Acireale sarei stato io l’allenatore”

PISA – Uno dei personaggi piu’ sinceri del nostro calcio, Renzo Ulivieri, ama sempre dire quello che pensa. Con la sua grande schiettezza e senza peli sulla lingua ha risposto alle domande all’interno della trasmissione televisiva Ale’ Nerazzurri in onda su Telecentro 2, canale 94 del digitale terrestre.

Domenica a Salerno si è toccato veramente il fondo. Lei che ne pensa?

“Episodi come questi nel calcio sono già successi. Quando allenavo il Padova mi chiamò come ospite il Sindaco Zanonato in una sua serata politica. Accetai volentieri l’invito allorché gli ultras del Padova si arrabbiarono andando in sede e la società a sua volta mi chiese di non andare ed io per non far polemica quella sera mi chiusi in casa e non risposi a nessuno. Fu un fatto molto grave perche Sono stato privato della mia libertà prima come uomo che come allenatore”

Giocatori della Nocerina minacciati dai tifosi molossi. E’ possibile secondo lei?

“Non lo so, ma sotto minaccia l’eroe per una partita di calcio non lo farei. Gli eroi si fanno per ben altre cose ma non per una partita di pallone”.

Che cosa si può fare affinché queste cose nel calcio non avvengano più?

“Innanzitutto la Curva deve diventare di tutti e non deve essere degli Ultras. In curva ci deve poter andare anche un semplice sportivo che non può permettersi di pagare il biglietto in altri settori. Una svolta nel calcio va data anche in questo senso”.

Lei ha avuto anche molti scontri con molte curve?

“Con molte si devo dire. Ognuno ha le sue debolezze a me piacciono le tifoserie che portano il Che Guevara e lo dico apertamente e senza problemi”.

Che cosa ne pensa di questo campionato di Lega Pro senza retrocessioni e con play-off allargati?

“Noi come Assoallenatori non eravamo d’accordo su questo tipo di campionato, ma eravamo in minoranza e quindi abbiamo dovuto accettarlo, anche se obiettivamente devo dire che la serie C aveva bisogno di una ristrutturazione”.

Pisa e Pontedera in testa a braccetto. Le fa piacere?

“Molto. In genere tifo per le squadre toscane quindi sono molto contento sia per il Pisa che per il Pontedera”.

Le piace mister Pagliari?

“Si è uno scorbutico. Poi ci capiamo perché lui la pensa come me a livello politico”.

Lei e’ di San Miniato, e’ mai stato vicino ad allenare il Pisa?

“Se il Pisa non fosse retrocesso dopo lo spareggio contro l’Acireale ero già in parola con Romeo per allenarlo la stagione successiva. Poi ci fu un contatto anche nella stagione quando a Pisa c’era Mian. Mi cercarono Corni e Meluso per sei mesi, mille euro al mese e il biglietto del treno gratis per tornare a S. Miniato. Io gli dissi che per sei mesi a Pisa non ci sarei venuto e la trattativa salto'”.

Tornerà a vedere il Pisa all’Arena?

“Qualche volta verrò senza però dire niente a nessuno”.

SOTTO RENZO ULIVIERI (foto sportpanorama.it)

20131112-010637.jpg

By