Resezione pancreas con il robot: in Aoup toccata quota 400. I numeri più alti in Europa per questo tipo di intervento

PISA – Il 28 maggio durante il corso online di chirurgia mini-invasiva del pancreas e del fegato organizzato dal Moscow Clinical Scientific Center, inserito nelle iniziative educazionali Silver Label della Società europea di chirurgia del pancreas, del fegato e delle vie biliari (E-AHPBA), è stata trasmessa in streaming la quattrocentesima pancreasectomia robotica eseguita a Pisa dal professor Ugo Boggi, direttore dell’Unità operativa di Chirurgia generale e dei trapianti dell’Aoup. Si tratta della maggiore esperienza europea. Al corso hanno partecipato centinaia di chirurghi da tutta Europa e da molti paesi extraeuropei.

Il Prof. Ugo Boggi

L’intervento eseguito dal professor Boggi, Deputy Chairman dell’Innovation & Development Committee dell’E-AHPBA, è stato l’unico del corso ad essere stato eseguito con tecnica robotica. Si è trattato di una duodenocefalopancreasectomia (c.d. Whipple) con associata resezione e ricostruzione dell’asse venoso mesenterico-portale eseguita in un giovane paziente dopo 14 cicli di chemioterapia preoperatoria.

Si ringrazia tutto lo staff che ha reso possibile l’intervento: il personale del Centro multidisciplinare di Chirurgia robotica dell’Aoup per l’assistenza tecnica, il professor Fabio Vistoli per il supporto organizzativo, il dottor Mattia Di Cello per l’assistenza anestesiologica, la dottoressa Francesca Menonna (aiuto operatore) e le dottoresse Simona Musetti ed Annalisa Comandatore (specialiste in formazione) per l’assistenza chirurgica durante l’intervento.

By