Restauro del Palazzo Tabucchi: siglato il contratto tra Comune di Vecchiano e Studio Larinni

VECCHIANO – Siglato nei giorni scorsi il contratto tra il Comune di Vecchiano e lo Studio Larinni e Associati, incaricato quest’ultimo per la realizzazione della progettazione esecutiva per il restauro delle facciate esterne e della copertura del Palazzo Tabucchi.

Il lockdown dovuto alla pandemia in corso da Covid19 ha rallentato questo percorso, ma adesso con la firma dell’incarico avviamo la progettazione del restauro del Palazzo, operazione che dà il via libera a quella che sarà la nascita del Polo Culturale in memoria del nostro illustre concittadino Antonio Tabucchi”, spiega il Sindaco Massimiliano Angori.

Mi preme ricordare che tutto questo non sarebbe stato possibile senza il contributo specifico che abbiamo ricevuto dalla Fondazione Pisa, la quale  ha valutato meritevole di attenzione il nostro progetto di restauro dell’immobile acquistato dal nostro Ente nel marzo 2016; la Fondazione infatti eroga un contributo finanziario che si attesta all’incirca al 75% del valore dell’intero progetto di restauro, per un importo di 256.000 euro, su un totale stimato in circa 337.000 euro. Ringrazio anche la struttura tecnica comunale per aver redatto il progetto di restauro in tempi record, attività che ha consentito al nostro Comune di partecipare all’Avviso della Fondazione nella primavera 2019”, aggiunge il primo cittadino. Da parte sua, il Comune di Vecchiano, nei giorni scorsi, con la sottoscrizione del contratto con lo Studio Larinni, affidatario del progetto di restauro,  si impegna ad investire circa 14mila euro per la progettazione esecutiva dell’opera. “Siamo molto soddisfatti di questo ulteriore passo in avanti”, aggiunge il primo cittadino, “che ci consente di iniziare a intravedere il Polo Culturale, un’opera attesa e finalizzata a celebrare la memoria e l’opera di Tabucchi. Il restauro dell’immobile arricchirà anche il nostro borgo, conferendo una nuova veste ad uno degli edifici storici della piazza principale di Vecchiano, che, non a caso, lo stesso Antonio aveva definito “Piazza d’Italia”, nella sua prima fatica letteraria. Un impegno concreto dunque da parte del nostro Ente nel conferire un luogo fisico, come sarà il Polo Culturale, che celebri la memoria del grande scrittore moderno Tabucchi; un’azione  che si aggiunge alle giornate culturali di rilievo internazionale dedicate al nostro illustre concittadino, che ogni anno il Comune organizza e dedica alla sua memoria con immutati affetto e gratitudine. Colgo infine l’occasione di ringraziare l’Avvocato Claudio Pugelli che nel suo ruolo di Presidente della Fondazione Pisa ha siglato, nell’ottobre scorso, la convenzione con il nostro Comune per l’erogazione del contributo che oggi ci consente di avviare la progettazione esecutiva dell’opera. Adesso Antonio Tabucchi comincerà ad essere ancora più vicino a Vecchiano e ai vecchianesi, e tutto questo renderà il legame con il suo borgo natio sempre più indissolubile”, conclude il Sindaco Angori. 

By