Riflettori sull’Arena. In un Arena esaurita c’è Pisa – Carpi, una gara da vincere per dare seguito al successo di Ascoli

PISA – Si accendono i riflettori all’Arena, alle ore 20.30 c’è Pisa-Carpi, partita importante, anzi importantissima per i colori nerazzurri in chiave salvezza per dare seguito al successo ottenuto sabato scorso contro l’Ascoli. Saranno più di 8.000 i tifosi a spingere al successo la squadra di mister Gattuso.

di Antonio Tognoli

QUI PISA. Il mister calabrese o per la gara contro gli emiliani dovrà rinunciare allo squalificato Di Tacchio e agli infortunati Landre, Lisuzzo, e Crescenzi e agli infortunati di lungo corso Polverini e Varela. Gli uomini in campo potrebbero dunque rimanere quasi gli stessi con una piccola variazione di modulo, con Golubovic, che potrebbe tornare a fare il terzino destro e Mannini essere riportato dal primo minuto a fare il centrocampista offensivo. Vedremo. Per il resto Zammarini sostituirà lo squalificato Di Tacchio, ma occhio anche all’opzione Lazzari e Tabanelli, che potrebbe occupare con la solita pericolosità la posizione del centrocampista ex Entella. Verna occuperà ancora la linea mediana con Angiulli schierato come terzo centrocampista. In attacco al fianco di Masucci potrebbe esserci Gatto. Gattuso potrebbe dunque dare un po’ di fiato a Manaj.

QUI CARPI. Mister Fabrizio Castori. che dopo la riduzione della squalifica può contare sul rientro di Mbakogu deve fare a meno di Sabbione, Jelenic, Concas e dell’infortunato di lungo corso ed ex nerazzurro Pasciuti. In forse Romagnoli che è partito con la squadra ma con l’Entella non era neanche in panchina. Poco potrebbe cambiare nello schieramento iniziale rispetto alla gara di Chiavari. Castori sembra intenzionato a mettere in campo un 4-4-1-1. Davanti a Belec Gagliolo sostituirà ancora L’infortunato Romagnoli e farà coppia con Poli. Struna e Seck completeranno il pacchetto arretrato della formazione emiliana. Sugli esterni spazio a Letizia a destra e ad uno tra Fedato e Di Gaudio a destra. Sulla linea mediana agiranno Mbaye e Bianco. Lollo occuperà invece la posizione di tre quartista alle spalle dell’unica punta Mbakogu che presumibilmente farà tirare un po’ il fiato al bomber Kevin Lasagna, che aveva punito i nerazzurri nella gara di andata siglando il gol del momentaneo vantaggio. La gara poi si concluse sull’1-1 con il pareggio nerazzurro firmato da Umberto Eusepi. La vittoria in casa emiliana manca dalla sfida casalinga contro il Brescia di due settimane fa, mentre il successo in trasferta non arriva da ben quattro gare. Dopo la gara di Chiavari la squadra ha effettuato un mini ritiro a Sestri Levante e tornerà in Emilia questa sera dopo la trasferta di Pisa.

PISA – CARPI, LE PROBABILI FORMAZIONI

PISA (4-3-1-2): 1 Ujkani; 24 Golubovic, 27 Milanovic, 15 Del Fabro, 3 Longhi; 36 Zammarini, 8 Verna, 18 Angiulli; 7 Mannini; 28 Gatto, 38 Masucci. A disp. 22 Cardelli, 9 Cani, 11 Manaj, 14 Birindelli, 19 Lazzari, 20 Peralta, 21 Tabanelli, 23 Zonta, 24 Favale. All. Rino Gattuso.

CARPI (4-4-1-1): 12 Belec; 5 Struna, 13 Poli, 6 Gagliolo, 17 Seck; 3 Letizia, 24 Mbaye, 8 Bianco, 28 Fedato; 20 Lollo; 10 Mbakogu. A disp. 1 Colombi, 32 Lasicki, 23 D’Urso, 11 Di Gaudio, 14 Bifulco, 33 Forte, 18 Carletti, 15 Lasagna, 9 Beretta. All. Fabrizio Castori.

ARBITRO: Federico La Penna di Roma 1 (Ass. Marco Citro di Battipaglia e Matteo Bottegoni di Terni). Quarto uomo Riccardo Pinzani di Empoli.

By