Rino Gattuso: “Contro la Lucchese voglio vedere la stessa grinta che abbiamo avuto con la Spal”

PISA – Alla vigilia del sentito derby del “Foro” ha parlato davanti a telecamere e taccuini il mister nerazzurro Rino Gattuso

LA SITUAZIONE. “Nel gruppo c’è la consapevolezza di aver vinto contro la prima in classifica, ma la testa e quella di raggiungere il prima possibile i play-off. In questa settimana sembrava che avessimo vinto il campionato, ma non è così. Contro la Lucchese sarà una partita molto difficile. Voglio vedere la stessa grinta che abbiamo avuto contro la Spal. Questa è la mia preoccupazione maggiore. In questa stagione non siamo mai riusciti nei momenti topici a dare la zampata alla Spal”.

SUI SINGOLI. “Golubovic è pronto per la categoria superiore, e’ migliorato molto, quando gli osservatori vengono qua lo segnano sempre sul taccuino. Penso che quando la Roma lo ha scelto non ha fatto una valutazione sbagliata. Con me i giocatori se non fanno uno-due allenamenti non giocano. Peralta quando sono arrivato sapeva fare solo la fase difensiva e adesso ha preso consapevolezza dei suoi mezzi”.

SUGLI AVVERSARI. “La Lucchese sta preparando molto bene la partita, come una finale è dovremo stare molto attenti, gioca a viso aperto, quando attacca lo fa molto bene anche se lascia qualche spazio all’avversario”.

LO SCHIAFFO A FREGGIA. “I giornali da tutto il mondo hanno scritto che ho dato uno schiaffo al mio allenatore in seconda. Come tutti sapete era Daniele Freggia, il nostro giovane Team Manager. Con lui ho un grande rapporto. Io ad un minuto dalla fine prendo sempre il cronometro. Lui mi aveva detto sbagliando che l’arbitro aveva dato un minuto di recupero e invece ne aveva dati quattro e a quel punto la cinquina era meritata”

SUI GLASGOW RANGERS. “Sono molto contento che i Rangers siano stati promossi in premier. È una società importante che porta 50.000 spettatori allo stadio. In casa ricominceremo ad offenderci. Io e mio figlio tifiamo Rangers, mia moglie è dell’altra sponda perché è cattolica”.

By