Rino Gattuso: “Oggi salendo i gradoni della Curva mi sono emozionato. Voliamo bassi, il campionato è molto lungo”

PISA – In sala stampa ad analizzare la vittoria dei suoi mister Rino Gattuso predica umiltà nonostante la velocità per il 2-1 sui marchigiani.

“Per tanti di questi ragazzi oggi era finita la benzina, la squadra era stanca non ne aveva più  dopo cinque partite in diciotto giorni. Nel primo tempo siamo stati dei polli, non abbiamo sfruttato l’occasione per il raddoppio, poi abbiamo sofferto ma non abbiamo rubato nulla, anzi, la squadra ha dimostrato che in questi venti giorni c’è stato un lavoro dietro. Ringrazio il Dott. Pallini, Marchino, la clinica di San Rossore, che ci ha dato una grossa mano. Oggi mi sono emozionato, avevo i lucciconi agli occhi quando ho salito i gradoni della Curva per andare a salutare i tifosi e ho rivisto il calcio di una volta”.

“Il ringraziamento ai tifosi è il minimo che potevamo fare, per l’ennesima volta la città ne è uscita con una grandissima immagine. Voglio ringraziarli per il calore che ci hanno dato e per come si sono conportati”.

Gattuso però fa il pompiere: “Per favore non voliamo, stiamo con i piedi per terra, perché il campionato è ancora molto lungo”.

Gattuso parla del colloquio con Petroni che dovrebbe esserci lunedì pomeriggio: “Parlerò con Petroni non dei miei interessi personali, ma del futuro della società, perché al momento qua non c’è futuro. Ho dato due giorni e mezzo di riposo ai ragazzi perché penso che dopo questo tour de force gli servono molto”

By