Ripartenza scolastica: oltre 490mila euro di lavori dalle casse provinciali

PISA – L’Amministrazione Provinciale al lavoro anche per trovare una soluzione concreta per gli spazi a disposizione delle scuole pisane.

“L’Amministrazione Provinciale ha effettuato un incontro in data 25 agosto per risolvere la questione spazi degli istituti cittadini: all’incontro erano presenti i Dirigenti Scolastici dei plessi scolastici superiori di  Via Benedetto Croce, di cui la Provincia è competente direttamente. L’incontro ha tenuto conto tuttavia anche delle richieste arrivate dalla scuola media Fucini, in particolare dal Consiglio di Istituto, anche se si ricorda che la competenza principale in questo caso è del Comune di Pisa.  Comunque la Provincia di Pisa sta cercando di addivenire ad una soluzione nel gioco complesso di spazi e di equilibri che si prefigura in quest’anno scolastico, con la pandemia da Covid19 tuttora in corso. Stiamo lavorando in queste ore ad una soluzione pratica che possa trovare applicazione e arrivare comunque primo dell’inizio dell’anno scolastico; contiamo di convocare i rappresentanti del consiglio di istituto delle Fucini con una sorta di proposta concreta e fattiva, ragionando ancora qualche ora sugli spazi che ricordo ci sono in più grazie all’Ateneo pisano e alla collaborazione portata avanti con la Provincia, sinergia che ha permesso di avere a disposizione dell’Ente provinciale il Polo Piagge. Alla luce di tutto questo dunque stiamo lavorando per concedere una decina di aule in più al Dini, necessarie per il plesso, che consentirebbero analogamente di venire incontro alle richieste delle Fucini. Stiamo sintetizzando le necessità di tutti per cercare di giungere alla migliore soluzione, e confidiamo in una concreta e reciproca collaborazione da parte di ciascuno per centrare questo risultato”, con queste parole il Presidente Massimiliano Angori interviene sulla questione degli spazi delle scuole pisane. Ma non solo: alla vigilia dell’apertura  del nuovo  anno scolastico il Presidente Angori fa il punto sui lavori effettuati nei vari edifici del territorio provinciale.

“Numerosi e diffusi sono i lavori effettuati dalla Provincia in vista della riapertura dell’anno scolastico al fine di garantire la ripresa in presenza e in sicurezza delle attività didattiche.Sono stati utilizzati prevalentemente fondi propri dell’ente. Le risorse aggiuntive arrivate dal Ministero, visti i tempi ristretti  rispetto  all’avvio delle attività e le tipologie di interventi ammessi, sono adesso in fase di affidamento degli interventi che, come previsto dall’avviso ministeriale, dovranno concludersi entro dicembre” “Per quanto concerne i fondi provinciali, ecco alcuni degli interventi più importanti che sono stati realizzati. A Pisa sono stati finanziati i lavori di sistemazione interni alla sede di Via Possenti (che ospita classi del Santoni e del Matteotti, ndr), compresa la sostituzione dell’autoclave. L’ importo è dell’intervento è di circa 85.000 euro.Sempre al Matteotti, nella sede centrale, sono stati effettuati altri interventi per la sistemazione interni per circa 10.000 euro.Per l’intervento alla terrazza del Santoni, nella sede centrale, sono stati impegnati 30.000 euro.Per l’impermeabilizzazione del satellite del Buonarroti 40.000 euro. Altri interventi sono stati eseguiti negli edifici del Complesso Marchesi (Santoni e Buonarroti) e del Matteotti per un totale di spesa che ammonta a 37.000 euroVari interventi sono stati realizzati al Carducci (dalle sistemazioni interne alla revisione di infissi e collegamento con rete GARR per la connettività, per circa 37.000 euro.Eseguiti anche interventi sugli infissi e sui servizi igienici del complesso di Via Croce per 26.000 euro. Per quanto riguarda il territorio provinciale, a Cascina al Liceo Russoli sono stati eseguiti lavori sui laboratori di informatica. A Pontedera è in via di ultimazione il montaggio dei moduli prefabbricati all’ ITI MarconiSono state eseguite revisioni di infissi e gruppi bagni per tutte le scuole del Villaggio Scolastico per 45.000 euro, oltre a tinteggiature varie al Villaggio Scolastico di Pontedera e al Liceo Russoli di Cascina per un valore complessivo di 40.000 euro. A San Miniato abbiamo affidato degli interventi relativi alla sistemazione di aree esterne della succursale e dell’edificio principale Cattaneo per una spesa di 40.000 euro. A Volterra sono stati eseguiti lavori di sistemazioni interni e opere di consolidamento negli edifici di entrambi gli istituti, Niccolini e Carducci, per circa 15.000 euro. A questi aggiungono interventi vari sugli interni di quasi tutti i plessi per un valore complessivo di circa 40.000 euro. Preciso che i costi citati sono tutti al netto dell’iva. L’impegno dell’ente provinciale è dunque continuo e procede a ritmo serrato anche nella gestione dei fondi ministeriali, per i quali sono previsti numerosi altri interventi sia per i plessi cittadini che per quelli del territorio provinciale. Sono infatti ancora in corso altri interventi, mentre altri partiranno a stretto giro”.

By