Riqualificazione e rigenerazione urbana nell’area della Stazione: firmata la convenzione

PISA – Firmata la convezione tra Comune di Pisa, Dopo Lavoro Ferroviario, Teatro Verdi e Associazione “Nuovissimo” per la valorizzazione, la riqualificazione e la rigenerazione di spazi urbani nei quartieri della città di Pisa, con particolare riguardo per l’area circostante la Stazione Centrale, attraverso la realizzazione di spettacoli e attività formative presso il “Cinema Teatro Nuovo”.

L’associazione “Nuovissimo” raggruppa associazioni del territorio con esperienza consolidata nella organizzazione di eventi, nella produzione artistica, nella gestione di strutture dedicate alle attività culturali, nella organizzazione di rassegne e festival musicali e teatrali. Tra queste, MondoStazione, Cineclub Arsenale, Metarock, Associazione The Thing, Pisa Jazz, Orchestra Archè, Teatri in Piazza e Teatri di Resistenza. L’associazione ha sottoscritto un accordo con il Dopo Lavoro Ferroviario di Pisa per l’utilizzazione del Cinema Teatro Nuovo in alcuni giorni della settimana.

La finalità della convenzione portata avanti dall’assessorato alla cultura è quella di promuovere lo sviluppo culturale, attraverso la programmazione di iniziative culturali e di formazione, di spettacoli teatrali e di esibizioni dal vivo, in una zona nevralgica della città, la stazione ferroviaria Centrale, interessata da un’intensa frequentazione, coinvolta in processi e progetti di trasformazione urbana di primaria importanza e al tempo stesso esposta al rischio di fenomeni di degrado.

Il cartellone di spettacoli proposto dall’associazione “Nuovissimo” offrirà una programmazione attenta a coinvolgere ampie fasce della popolazione, con particolare riferimento alle giovani generazioni e alla partecipazione delle compagnie teatrali locali. Tra gli spettacoli, già in programma a partire da novembre: lo spettacolo di danza “Quella meraviglia di Alice” della rassegna NavigArte di Flavia Buccero (4 novembre); un grande concerto di Pisa Jazz (8 novembre) con il sassofonista Roscoe Mitchell del Art Ensemble of Chicago; una rassegna di teatro popolare dei Teatri in Piazza con la collaborazione dei Sacchi di Sabbia, che vedrà 6 spettacoli di matrice popolare (il primo un omaggio a Dario Fò), ogni giovedì per portare le famiglie a teatro con spettacoli di qualità ma prezzi popolari; uno spettacolo dedicato alle canzoni di lotta pisane degli anni ’60 (9 dicembre), concerti di musica classica pensati però per i giovani e le famiglie; attività di formazione e iniziative aperte alle scuole, tra cui 3 matinee per le scuole elementari, medie e superiori dedicati alla scienza organizzati dai Teatri della Resistenza.

“L’idea che anima questo progetto – afferma l’assessore alla cultura Andrea Ferrante – è quella che la cultura possa rappresentare uno strumento di rigenerazione urbana, soprattutto in una zona della città come quella della Stazione che vive problemi e fenomeni di degrado. Come amministrazione, con questa convenzione, vogliamo promuovere soprattutto il ruolo delle associazioni cittadine impegnate nella produzione di iniziative culturali: nostro obiettivo è che sia il tessuto culturale cittadino a rendersi protagonista di questa spinta alla riappropriazione e alla rigenerazione degli spazi urbani, incoraggiando una filiera della produzione culturale a livello cittadino.”

By