“Rise up. Non paghiamo la vostra crisi”. Sciopero di studenti e precari

PISA – “Rise up. Non paghiamo la vostra crisi”., così recitava lo striscione avvolto intorno alla Torre pendente. Oltre mille studenti e lavoratori precari hanno partecipato  al corteo contro la crisi che ha raggiunto Piazza dei Miracoli.

 Lì, un gruppo di manifestanti ha forzato il blocco della vigilanza riuscendo a salire sulla Torre pendente da dove ha calato lo striscione. Al corteo hanno preso parte circa mille persone che stanno sfilando per le vie del centro nella giornata di mobilitazione europeo contro la crisi e le politiche di austerità. Antagonisti, Cobas e studenti hanno paralizzato il traffico sostando davanti al Comune e al Rettorato, dove hanno scandito slogan contro i vertici dell’università di Pisa che recentemente si sono aumentati le indennità. Decine di agenti e carabinieri hanno vigilato sulla manifestazione che si è svolta senza incidenti. L’occupazione è finita dopo circa un’ora per i manifestanti che avevano invaso la Torre pendente. Il corteo poi si è rimesso in marcia diretto nuovamente verso il centro cittadino.

La manifestazione è stata promossa da antagonisti, gruppi studenteschi e Cobas nell’ambito della giornata di mobilitazione europea contro la crisi e le politiche di austerity dei governi dell’Unione europea. Dopo circa un’ora di blocco stradale sul Ponte di mezzo, si è conclusa la manifestazione. Il traffico è stato pesantemente rallentato e lunghe code si sono firmate sulle principali vie di scorrimento cittadine. Intorno alle 14 la manifestazione è terminata senza incidenti.

You may also like

By