Robert Gucher, centrocampista austriaco del Frosinone: “A Pisa per vincere senza fare calcoli”

PISA – Sta attraversando un periodo di forma strepitoso il centrocampista austriaco del Frosinone Robert Gucher il migliore in campo in assoluto, al pari di Luca Paganini, contro la Salernitana. Il centrocampista giallazzurro, già all’indomani della sconfitta di Perugia, aveva invitato i compagni di squadra e tutto l’ambiente a guardare avanti, a cominciare dalla gara con la Salernitana.

“All’indomani della sconfitta di Perugia – esordisce nella consueta conferenza stampa del mercoledi – avevo detto che le parole se le porta via il vento. Occorreva solo rimboccarsi le maniche e così è stato. Abbiamo dimostrato di essere una squadra capace di qualsiasi impresa. La vittoria contro la Salernitana sta a dimostrare che ci siamo con la testa. Abbiamo evitato anche i supplementari e i calci di di rigore perché sapevamo che prima o poi il gol sarebbe arrivato, specialmente per come abbiamo condotto il secondo tempo. Era importante superare questo turno. Ci siamo riusciti ed ora possiamo arrivare fino in fondo perché c’è la doppia sfida sia in semifinale che in finale”.

Che cosa temete maggiormente?

“Dobbiamo avere la consapevolezza che non si può più sbagliare. Soprattutto occorre tenere alta la guardia, restare concentrati al massimo e dare oltre il cento per cento. Uno sforzo che poi potrà essere eventualmente ripagato con il salto in serie B. Un obiettivo che ci è sfuggito a Perugia, ma che non possiamo fallire proprio adesso. E’ solo questo che possiamo temere. Per qualità e potenzialità il Frosinone può fare e dare molto di più. Tra l’altro, mai come in questo momento, il tecnico può fare affidamento sulla rosa al gran completo. Altro elemento di fondamentale importanza in ogni finale di stagione”.

Il Pisa e’ uno scoglio difficile da superare…

“All’Arena Garibaldi dovrà essere giocata una partita simile a quella contro la Salernitana. Andiamo a Pisa per puntare alla vittoria e mettere quindi una seria ipoteca sulla finale. Sarà fondamentale l’atteggiamento che avremo in campo sin dalle prime battute. Non facciamo calcoli di nessun genere, perché dobbiamo solo dimostrare di essere il Frosinone, come abbiamo saputo fare in altre circostanze nel corso della stagione”.

Ai tifosi chiedete un ulteriore sforzo in questo finale emozionante?

“Mi sembra scontato che anche a loro, oltre che a noi stessi chiediamo un ulteriore sforzo sia in vista della trasferta di Pisa che al Comunale nel ritorno fra una settimana. Ritengo che contro la Salernitana abbiano rappresentato veramente il dodicesimo uomo in campo. Lo dovrà essere anche per questo finale che mi auguro sia trionfale per tutti. E ribadisco che a Pisa si andrà per puntare al successo con personalità e atteggiamento vincente, pur avendo il massimo rispetto dei toscani”.

Si ringrazia per la concessione dell’intervista Tommaso Cappella de il quotidiano La Provincia di Frosinone

20140514-214204.jpg

By