Robert Gucher: “Teniamoci stretto questo punto”

PISA – Al termine di Pisa – Reggina, finita a reti bianche (0-0), ascoltiamo la disamina del capitano nerazzurro Robert Gucher, che da la sua chiave di lettura sul risultato contro i calabresi.

di Maurizio Ficeli


È stata una brutta partita, ci teniamo stretto questo punto dopo una settimana molto particolare nella quale anche a noi ci ha colpito questo virus. É normale che c’era preoccupazione perché era un continuo fare i tamponi, siamo comunque stati bravi a rimanere in partita, provandoci, è venuta fuori una brutta partita contro una Reggina che veramente è un’altra squadra rispetto a quella dell’andat”.

“A parte un paio di tiri su calci piazzati, potevamo essere un po’ più cattivi per crederci, ma anche loro hanno sbagliato due-tre cose in contropiede, ripeto, è stata una partita strana e particolare dove ci teniamo stretto il punto, bisogna guardare avanti e fare più punti possibili da qui alla fine”.

“Se vai a Monza ed Ascoli e fai due vittorie, può andare bene anche il pareggio in casa, perché di solito si vince in casa e si pareggia fuori, ma con il fatto del Covid e l’assenza del pubblico le partite in casa e fuori casa sembrano amichevoli, non c’è più il fattore campo, comunque siamo imbattuti da tante gare ed abbiamo rimesso a posto la classifica per l’obiettivo principale che abbiamo, cioè la salvezza, raggiunta questa penseremo al lato sinistro della classifica e poi penseremo al prossimo step, ma ora bisogna fare punti perché la B è un campionato molto particolare e strano fino a quando la matematica non ci dirà che siamo salvi, è inutile fare calcoli sulla quota salvezza, non si può sapere, bisogna solo fare punti. Ad Ascoli siamo andati con il piglio giusto, oggi potevamo andare sotto su due-tre contropiede che loro non hanno sfruttato, siamo stati fortunati e dopo bravi a portare questo punto a casa, siamo contenti, ma la strada è ancora lunga”.

“Stiamo giocando quasi ogni tre giorni da diversi mesi, ma non deve essere una scusa perché anche le altre lo fanno, noi abbiamo una squadra di 25 titolari e chi viene chiamato in causa da sempre tutto e fa la differenza, questo è il nostro punto forte che ci può fare stare bene fino all’ultima gara di campionato“.

By