Roberto Occhiuzzi: “Pisa squadra organizzata con un allenatore preparatissimo, sarà una gara dura”

PISA – Il tecnico del Cosenza Calcio Roberto Occhiuzzi, squadra a cui il Pisa andrà a far visita sabato 27 dicembre ore 15 allo stadio “G. Marulla” del capoluogo silano, ha parlato nella consueta conferenza stampa, che abbiamo raccolto dal sito della società calabrese, riguardo all’atteggiamento da tenere da parte dei suoi nell’affrontare i nerazzurri che vengono da un filotto di risultati positivi.

di Maurizio Ficeli

Sugli avversari. “Il Pisa è una squadra insidiosa, ha molta fisicità e velocità negli attaccanti e che chiude bene il campo, sarà una partita tosta, che si affronta portando avanti ciò che facciamo in settimana sulla base degli allenamenti che portiamo avanti , è chiaro che sistemiamo la squadra in base all’avversario di turno, ed il Pisa, ripeto, chiude bene il campo e riparte bene, ha delle soluzioni e delle giocate che ti portano spesso in “zona palla”, e ti portano densità, una gara da affrontare con molta attenzione”.

Cosenza senza vittorie in casa: “Da fastidio non aver vinto ancora in casa, dispiace perché le prestazioni ci sono sempre state, manca quel qualcosa per conquistare una vittoria che vogliamo regalare prima a noi ed ai nostri tifosi, quindi stiamo lavorando su questo, la squadra deve lavorare sul proprio credo, portando gli episodi dalla nostra parte”.

Riguardo all’aspetto psicologico: “È importante, come squadra siamo arrabbiati, perché crediamo in ciò che facciamo e manca quel poco che davvero darebbe premio all’impegno ed alle prestazioni che mettiamo ogni giorno in campo , purtroppo non poter seguire gli allenamenti da parte della stampa, vuol dire avere meno indicazioni, ma noi lavoriamo sempre rafforzando i nostri concetti, è normale che c’è il lato psicologico e si cerca di focalizzare certi dettagli”.

Sulle scelte: “Questa settimana abbiamo avuto cinque giorni per lavorare,dove posso vedere ogni minima cosala scelta di chi scenderà in campo sarà fatta in base alle caratteristiche con cui affrontare la gara, o con attaccanti più veloci od un riferimento e due più veloci, oppure con un riferimento sulle linee e due veloci più avanti, tutti devono essere pronti e stanno bene e domani potrebbe essere per ognuno il suo giorno”.

Sul modulo di gioco. “Il modulo che faccio è quello della squadra e che ci permette di costruire a quattro, a tre in base alle gare, ti porta 5 giocatori in area, arrivi 10 volte in area di rigore, quindi se non arrivi in area devi cambiare qualcosa, siamo la squadra con l’indice di pericolosità più alto, questo significa qualcosa, questo modulo permette di fare determinate cose, cambia spesso in corso d’opera in base a meccanismi che ci sono, quindi se non c’erano le prestazioni forse si poteva cambiare ma le prestazioni ci sono”.

Sulla tattica. “In base alle prime pressioni avversarie ti rendi conto se riesci o devi arrivare con più velocità davanti od avvolgere di più la manovra, dipende sempre dai momenti della gara, bisogna avere pazienza in alcuni momenti, velocità ed ampiezza in altri”.

Su Gianmarco Ingrosso, ex di turno: “Ingrosso ha fatto bene ed è una certezza, e credo che avrà continuità in questa gara, anche perché è giusto che qualcuno rifiati”.

Riguardo alla difesa del Pisa: “Ha avuto un momento dove ha subito quegli otto gol in due gare e questo gli ha sicuramente alzato la media di gol subiti, però anche a livello difensivo è organizzata, attenta, con un’allenatore come Luca D’Angelo preparatissimo che prepara le gare in modo minuzioso, sarà una gara dura per noi, ma anche per loro”.

By