Roberto Vitiello: “Pisa collettivo forte. Vinceranno le motivazioni”

PISA – Il Pisa sta guardando al prossimo avversario da affrontare in trasferta, quella Juve Stabia che sarà vogliosa di riscatto dopo la sconfitta rimediata ad Empoli.

di Maurizio Ficeli 

Per andare a scoprire gli umori in casa stabiese Pisanews ha contattato il capitano della squadra campana Roberto Vitiello, difensore classe 1983 originario di Scafati in provincia di Salerno, con un curriculum calcistico in squadre prestigiose quali Cesena, Vicenza, Rimini, Robur Siena, Palermo e Ternana prima di giungere a Castellammare di Stabia dove si trova da due anni.

D. Grazie Roberto per la tua disponibilità. Sei alla Juve Stabia da due stagioni, un bilancio di questa esperienza e che obiettivi vi prefiggete in questo torneo cadetto ?

R. “Sì questa è la mia seconda stagione a Castellammare, l’anno scorso abbiamo vissuto un’annata esaltante, quest’anno partiamo con l’obiettivo di ottenere il massimo partita dopo partita,ci aspetta un campionato molto duro”.

D. Essendo un giocatore di esperienza oltre a questa di Castellammare qual è un altra piazza che ricordi con piacere in modo particolare?
R. “Sinceramente ricordo con piacere tutte le città in cui ho giocato, ma se proprio devo sceglierne una dico Palermo”.
D. Avete iniziato il campionato con la gara persa di misura ad Empoli. Che partita è stata?

R. “È stata una partita molto sofferta inizialmente, poi eravamo riusciti a metterla sui binari giusti, peccato averla persa nel finale”.
D. Domenica riceverete un Pisa che ha sfiorato la vittoria con il Benevento, che informazioni hai sulla squadra allenata da Mister Luca D’Angelo?

R. “Il Pisa ha disputato una grande partita con il Benevento e per un soffio non ha portato il bottino pieno a casa ma è una squadra ben allenata che fa del collettivo la sua forza”.
D. Dei giocatori nerazzurri temi il complesso in sé oppure c’è qualche giocatore in particolare che toglieresti agli avversari?

R. “Le partite difficilmente le vince il singolo giocatore, ma è sempre il gioco di squadra che ti mette in difficoltà”.

D. Con quale spirito vi state preparando a questa gara con il Pisa?

R. “Abbiamo già accantonato la sconfitta di Empoli e stiamo ricaricando le batterie per la nuova gara che ci aspetta domenica”.

D. Le tue caratteristiche come difensore e quale schema di gioco preferisci in particolare?
R. “Ho quasi sempre giocato terzino destro, ma non ho preferenze di moduli anche perché negli ultimi anni si cambia spesso da difesa a quattro a difesa a tre”.
D. Come si sta preparando l’ambiente di Castellammare a questa gara con i nerazzurri pisani?

R. “C’è di sicuro curiosità, la gente vuole vedere la nuova squadra all’opera”.

D. Non ti chiedo un pronostico ma quale sarà a tuo avviso, un fattore determinante che potrà sbloccare il risultato a vantaggio di una delle due squadre in campo?

R. “Chi sarà più brillante in questa fase di campionato di sicuro sarà avvantaggiato, ma sono sempre le motivazioni che faranno la differenza”.

SI RINGRAZIA UMBERTO NACLERIO ADDETTO STAMPA S. S. JUVE STABIA

.

By