Una Robofesta sempre più giovane all’IPSIA Fascetti di Pisa

PISA – Presentata presso l’aula magna dell’IPSIA “G. Fascetti” di Pisa, la XXII Edizione di “Robofesta”, che avrà luogo la mattina di sabato prossimo 8 aprile nei locali dell’istituto pisano.

Guarda tutte le foto sulla nostra pagina Facebook

Guarda la video intervista al Prof. Luciano Bartalini

di Giovanni Manenti

Importante novità di questa edizione è il coinvolgimento non più, come in passato, dei ragazzi delle Scuole Superiori, bensì degli studenti di Scuola Media, nel rispetto dei principi e dei valori della “Robotica Educativa” finalizzata agli alunni più giovani, dando loro la possibilità di vivere esperienze pratiche all’interno di laboratori attrezzati nell’ambito del progetto “Junior Educational Robotics” stilato nel maggio dello scorso anno scolastico.

Dell’iniziativa, alla quale hanno aderito le Scuole “G. Toniolo”, “R. Fucini” e “G. Gamerra” di Pisa, “Giunta Pisano” di Calci, “G.B. Niccolini” di San Giuliano Terme ed “L. Gereschi” di Pontasserchio, ne ha riferito il Prof. Luciano Bartalini, responsabile organizzativo della Manifestazione, precisando come “l’idea di questa innovazione per la XXII Edizione della “Robofesta” del Fascetti è nata dal fatto di dover creare i presupposti per l’apertura di un portale sul mondo della Scuola Secondaria di primo grado, vale a dire le Scuole Medie, in quanto riteniamo opportuno che il valore educativo della robotica sia un qualcosa che debba essere attivato ed incentivato soprattutto nelle fasce di età più giovani, ed è stato oltretutto estremamente piacevole perché le nostre aspettative si sono viste realizzate in forma positiva in quanto gli studenti hanno risposto in modo eccezionale, specialmente nell’impegno profuso nel portare avanti questa loro missione”.

Una certa reticenza in questo abbassamento di età”, ha proseguito il Professore, “l’abbiamo incontrata, viceversa, nel corpo docente poiché quando abbiamo iniziato il percorso a febbraio 2016 le perplessità  maggiori sono state quelle relative allo spostamento dei ragazzi, alla ricerca delle risorse economiche per l’acquisto dei piccoli “kit” da assemblare, con logiche interrogazioni su come riuscire ad organizzare tutto questo, dal trasporto degli studenti alla relativa sicurezza, ma poi alla fine devo ringraziare le insegnanti di queste Scuole Medie perché hanno creduto fortemente in quello che era il principio e la valenza della Robotica Educativa, portando avanti questo progetto al di là di tutti i problemi che sono emersi strada facendo”.

La mattinata di sabato prossimo”, ha concluso Bartalini, “si svolgerà con due modalità essenziali, di cui la prima rappresentata dalla gara ufficiale, con il “Cyber Robot” montato dai ragazzi delle Medie impegnato su di una pista dai medesimi interamente costruita, seguita da una seconda prova con altri tipi di robot, gli “Ozobot”, di cui saranno sempre protagonisti i ragazzi, facendo fare loro dei balletti “on stage” con delle coreografie che hanno realizzato personalmente, e poi avremo l’esposizione all’interno dell’Istituto, con Ditte che, tra l’altro, vengono anche al di fuori della Toscana come la “Festo Italia Education” di Milano, la “Cristiani Srl” di Pavia ed altre, nonché attrazioni all’esterno, sul piazzale, con macchine Tuning, serigrafate, potenziate, nobilitate dalla presenza della storica scuderia pisana “Kinzica Auto”, ed ancora aeromodellismo con i loro modellini radiocomandati e quindi di tutto di più, affinché possa essere una giornata di pieno divertimento, alla quale non farà mancare il proprio supporto anche la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, con la quale abbiamo oramai da anni un rapporto che definirei quasi viscerale, dato che sono stati proprio loro ad instradarci in questo meccanismo della robotica, presente alla manifestazione con il ricercatore Dr. Alberto Mazzoni che terrà una relazione sul tema “Neuroingegneria: come parlare il linguaggio del cervello”, ovviamente aperta a tutti, non solo ai più giovani”.

Una splendida iniziativa, dunque, che vede calendarizzate, per sabato prossimo, alle ore 8,30 le iscrizioni, alle 9 le prove di “warm up” ed alle 10,00 l’inizio vero e proprio delle gare, cui farà seguito, alle ore 11 presso l’aula magna la citata conferenza del Dr. Mazzoni, con conclusione verso le 12,30 con la premiazione delle gare, un appuntamento da non perdere, quanto meno a solo titolo di curiosità, per vedere all’opera quelli che ci auguriamo possano diventare in futuro gli ingegneri del domani in un settore, quello della robotica, quanto mai in espansione

By