Romeo Anconetani, un ricordo indelebile a 21 anni dalla sua scomparsa

PISA – Oggi, martedì 3 novembre sono passati ben 21 anni dalla scomparsa del presidentissimo Romeo Anconetani, un personaggio carismatico che ha fatto la storia del Pisa dal 1978 al 1994, portando per ben sei volte i colori nerazzurri nella massima serie.

di Maurizio Ficeli

Dirigente vulcanico e concreto, era apprezzato e preso di esempio da molti suoi colleghi come grande organizzatore. Memorabile poi l’organizzazione delle trasferte dei tifosi al seguito della squadra, dove si spostavano masse imponenti di pisani che invadevano ogni città dove giocava il Pisa.

Come non ricordare ad esempio i 12.000 a San Siro, i 7.000 a Cremona i 6.000 a Verona, per citarne alcuni, e poi l’escamotage per ottenere due treni speciali con la “scusa” di un pellegrinaggio per il Santuario di Madonna della Guardia, in occasione della trasferta di Genova con la Sampdoria, quando in tutta Italia non concedevano più treni a nessuna tifoseria, lui riuscì ad ottenerli.

Personalmente ho avuto l’ onore di lavorare nel Pisa Sporting Club con lui fianco a fianco, fino alla fine, quando, nell’agosto del 1994, dopo l’infausto spareggio di Salerno contro l’Acireale, purtroppo la società fallì. Resta però il ricordo di un personaggio unico che è sempre vivo nella mia memoria come se fosse ieri. Ho voluto fare questo pezzo per dare la mia testimonianza e per ricordarlo e ringraziarlo per tutto quello che mi ha personalmente insegnato e ci tengo a sottolineare che è stato l’unico a darmi fiducia ed un posto di lavoro quando tutti nella mia città mi avevano voltato le spalle.

Romeo manchi, ma sei sempre vivo nei nostri cuori.

By