Rosanna Cardia a RCM: “Pisa ospiterà una tappa del mondiale paralimpico di scherma”

PISA – “Una tappa del mondiale paralimpico di scherma si farà a Pisa dal 24 al 27 Marzo prossimo“. Ad annunciarlo l’assessore alle politiche socio educative del Comune di Pisa Rosanna Cardia, all’interno di Radio Coltano Marconi Notizie giovedì 27 Dicembre. 

Con l’organizzazione siamo già a buon punto l’evento avrà tra i protagonisti Bebe Vio e si svolgerà al Palazzetto dello Sport di Pisa. Con l’assessore Paolo Pesciatini stiamo lavorando su dei pacchetti che in quei giorni faccia conoscere Pisa anche per le sue bellezze che presenteremo più avanti”.

Non ci fermiamo alla scherma e sempre per la disabilità stiamo organizzando con il tiro a segno di Pisa un torneo nazionale riservato ai disabili che promuoveremo ad anno nuovo. La delega alla disabilita e’ stata fortemente voluta dal Sindaco Michele Conti e portata nel mio assessorato dopo essere stata trattata in precedenza dalla società della salute“.

Ho un filo parecchio diretto con il Rettore dell’Università Mencarella, che e’ molto sensibile al tema della disabilita’. Come amministrazione stiamo lavorando per delle convenzioni con i vari dipartimenti per poter ospitare stagisti e tirocinanti all’interno del Comune di Pisa al fine di costruire una collaborazione. Una delle idee e’ avere una mappatura di tutte le scuole della città. Ci stiamo lavorando“.

Rosanna Cardia parla in maniera positiva riguardo al suo assessorato: “Ho trovato un assessorato attivo con molta carne al fuoco e’ stato fatto un buon lavoro da chi mi ha preceduto. Noi cercheremo di migliorarlo ulteriormente in questi cinque anni di mandato che abbiamo a disposizione“.

L’assessore alle politiche socio-educative afferma: “Nel 2019 vorrei avere un unico tema nelle nostre scuole, quello della genitorialita. E’ un obiettivo che ci poniamo e che vogliamo raggiungere. La famiglia deve andare di pari passo con la scuola, altrimenti non andiamo da nessuna parte. Entrambe devono funzionare ed avere un filo diretto perché le cose funzionino al meglio“.

 

 

 

 

 

By