Sabato 14 dicembre al “Continental” di Tirrenia la cena dell’Hospice

PISA – Anche quest’anno le associazioni di volontariato presenti sul territorio, in occasione del Natale, organizzano una Cena di Beneficenza per l’hospice.

L’hospice è la struttura di via Garibaldi per la lotta al dolore inutile. Un presidio di civiltà per il controllo del dolore e degli altri sintomi, dei problemi psicologici, sociali e spirituali. La quota della cena è di €35 a persona, il ricavato sarà utilizzato a sostegno dei progetti in hospice: un medico in hospice, due medici palliativisti sul territorio, uno psicologo in hospice, uno psicologo dedicato ai bambini, tecnologia per migliorare le cure in hospice, progetti di formazione specifica per gli operatori ed informazione rivolti alla città.

Appuntamento sabato 14 dicembre alle 19.30 Continental Hotel –Tirrenia. Aderiscono alla cena le Associazioni Onlus: Amici dell’Elfo, Associazione Amici di Antonella (ADA), Associazione Cure Palliative Pisa “Il Mandorlo”, Associazione Oncologica Pisana (AOPi), Fondazione ARPA, “Non più Sola”. Cecilia e Paul De Bondt regaleranno uno speciale panettone di oltre 5kg che durante la serata sarà messo come premio per una lotteria di beneficienza. Per aderire, si possono chiamare Piero e Alessandra ai numeri di telefono 3386158910 – 3929604785

COS’È L’HOSPICE. L’Hospice, un presidio di civiltà contro il dolore inutile – Il 2 marzo del 2009 con apertura dell’Hospice in via Garibaldi 198 in Pisa è stata completata la Rete delle Cure Palliative della USL5. Le Cure Palliative, che si occupano in “maniera attiva e totale dei pazienti colpiti da una malattia che non risponde più a trattamenti specifici”, hanno come scopo il raggiungimento della miglior qualità di vita possibile per i pazienti in una parte del percorso di malattia in cui diventa di fondamentale importanza il controllo del dolore e di altri gravi sintomi (come la difficoltà a respirare, la nausea ed il vomito) e la necessità di supporto psicologico, sociale e spirituale. Importante e strategica è anche l’organizzazione della rete di cure palliative che coinvolge l’Ospedale, il Domicilio e tutte le strutture territoriali afferenti alla Società della Salute, affinchè il percorso sia fluido, omogeneo e celere nella risposta alle necessità, che si moltiplicano in un momento di così grande fragilità. La struttura residenziale e le cure domiciliari. In Hospice sono presenti 10 camere dotate di un posto letto per il paziente ed una comoda poltrona letto per un familiare con un bagno dedicato, televisione, armadio scrivania, è presente un salone ed un sala più piccola, i familiari ed amici possono venire in hospice quando vogliono perché la struttura è sempre aperta alle visite. Due giorni alla settimana è attivo l’ambulatorio chirurgico. Dal marzo 2009 ad oggi quanti lavorano all’Hospice (medici, infermieri, operatori sociosanitari, psicologo) si sono “presi cura” di 1267 persone ed hanno risposto anche ai bisogni delle loro famiglie, contrastando i sintomi della malattia ed impegnandosi nel far rientrare a domicilio i pazienti quando possibile, infatti viene fornito anche un servizio di fisioterapia atto a migliorare il benessere e l’autonomia dei pazienti per favorire la dimissione. Inoltre 806 pazienti sono stati trattati a domicilio, dall’Assistenza Domiciliare Integrata Cure Palliative Zona Pisana, negli stessi anni.

SERVIZI AGGIUNTIVI DEI VOLONTARI. Una preziosa risorsa per l’Hospice è il volontariato costituito da persone generose di cui la nostra città è prodiga, le quali svolgono la loro attività all’interno di varie associazioni come l’Associazione Oncologica Pisana (AOPI), l’Associazione Amici di Antonella (ADA), la SALUS e l’Associazione Cure Palliative Pisa “Il Mandorlo”, Fondazione ARPA, l’Associazione “Non più Sola” e “Gli Amici dell’Elfo”. In dicembre sono programmati due eventi legati ai progetti fortemente voluti e supportati dalla Fondazione ARPA, e dal suo presidente onorario il Maestro Andrea Bocelli e dal prof. Franco Mosca in collaborazione con l’Associazione “Il Mandorlo”. Sabato 14 dicembre, ore 16.00 “Musica in Hospice”: Auser Musici con Carlo Ipata. Sabato 21 dicembre, ore 16.00: letture con i Ragazzi della Scuola di Teatro fondazione teatro Verdi accompagnati da Franco Farina e Rosanna Prato.

Fonte: Società della Salute

20131210-141339.jpg

By