Sabato 27 maggio Giornata dell’antifascismo a Pisa

PISA – In tutta Italia sabato 27 maggio l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia lancia la Giornata antifascista, una nuova iniziativa, unica nel suo genere, che intende costruire nel paese una diffusa coscienza nazionale sul problema dell’intensificarsi dei fenomeni di razzismo, xenofobismo e neofascismo.

In particolare in Italia si assiste a manifestazioni diffuse di apologia del fascismo che sembrano non trovare adeguate risposte e attenzioni da parte delle istituzioni. L’ANPI ritiene che questo fenomeno debba essere combattuto sul piano del contrasto giuridico, sociale, culturale, richiamando i principi e i valori della Costituzione. Per concorrere a costruire nel Paese una diffusa consapevolezza dei rischi che stiamo correndo, l’ANPI ha lanciato la “Giornata dell’Antifascismo”: in tutte le località dove l’ANPI è presente, verranno organizzate iniziative, anche simboliche, per diffondere il radicamento della cultura antifascista.

A Pisa, dove la collaborazione con il Comune sul tema della difesa del valore della Costituzione è permanente, l’ANPI insieme al Comune promuove un incontro dal titolo “L’impegno dell’ANPI e delle Istituzioni contro l’apologia del fascismo. Dal Mausoleo di Affile ai gadget fascisti e nazisti”. Amministrazione Comunale e ANPI nel 2016 si erano già resi protagonisti di un appello congiunto inviato al Presidente della Repubblica “affinché siano adottati i provvedimenti necessari per la rimozione del manufatto, che costituisce offesa permanente alla coscienza democratica del popolo italiano”. Parliamo del Mausoleo, realizzato con i fondi pubblici destinati al “monumento al soldato”, inaugurato nel 2012 dal Comune di Affile (in provincia di Roma) e dedicato a Rodolfo Graziani uno dei più feroci esponenti del fascismo. All’incontro, che si terrà sabato 27 maggio alle ore 10 in Sala delle Baleari a Palazzo Gambacorti, si affronterà non solo il tema delle iniziative per la rimozione del mausoleo, ma anche quello del contrasto alla vendita e diffusione di oggettistica rievocativa della ideologia fascista.

Interverranno il Sindaco Marco Filippeschi, il Presidente provinciale ANPI Bruno Possenti, l’Onorevole Emanuele Fiano promotore della proposta di legge contro i gadget nazifascisti, la Consigliera regionale Alessandra Nardini promotrice di iniziative contro l’apologia del fascismo, l’Avvocato Francesco Mandarano penalista di parte civile nel processo per il Mausoleo a Graziani. Nell’occasione sarà presentata la pubblicazione “Onoriamo un traditore” di Francesco Mandarano.

By