Sabato 9 e Domenica 10 “La Mattonaia” in festa. Municipio dei Beni Comuni dona al quartiere uno spazio di socialità sostenibile

PISA – Il primo appuntamento è domani, sabato 9 novembre, alle ore 15 alla Mattonaia Liberata di via degli Orafi a Pisa. Per la seconda volta dopo anni, e ad una settimana dalla ripulitura e dalla semina di piante ed orti urbani nel cortile interno, gli 1100 metri quadrati della Mattonaia diventeranno una nuova piazza pubblica, grazie all’impegno del Municipio dei Beni Comuni

Nonostante una politica scellerata che ha lasciato murato e dismesso un edificio pubblico che sarebbe dovuto essere una seppur minima risposta al disagio abitativo della città ed alla necessità di nuovi spazi pubblici a disposizione degli abitanti.

Dalle 15 e per tutto il pomeriggio sabato 9 saranno a disposizione gli spazi liberati dove grandi e piccini potranno incontrare uno spaccato delle attività che si svolgevano all’ex Colorificio di via Montelungo, per più di un anno liberato dal Municipio e sgomberato il 26 ottobre scorso dalle forze dell’ordine nel più totale silenzio dell’Amministrazione Filippeschi: il muro di arrampicata, tanti giochi per bambini, un torneo di tre sette e un’apericena a conclusione di una giornata all’insegna della socialità e del recupero degli spazi abbandonati, in vista della manifestazione del 16 novembre prossimo quando il Municipio tornerà in via Montelungo e riaprirà l’ex Colorificio della J Colors. Da non perdere alle 16 lo spettacolo a cura del Teatro dei Mangiafichi “L’Orice,il suo amico Gnù e tutti gli altri” liberamente tratto da una favola africana.

Domenica 10 sarà la volta delle arti di strada, dalle 16 merenda per tutti, grandi e piccini, e a seguire uno spettacolo di giocoleria e animazione per bambini a cura de La Compagnia Begheré di Viareggio!

“La Mattonaia in festa” sottolinea il Municipio dei Beni Comuni, “è un’iniziativa in piena continuità con il lavoro svolto all’ex Colorificio. La liberazione della Mattonaia, il giorno dopo lo sgombero da via Montelungo, è un’azione per noi simbolica e di grande valenza politica: non è solo un’occupazione temporanea in vista della manifestazione del 16 novembre, è un’azione di apertura alla cittadinanza e soprattutto al quartiere di uno spazio pubblico, abbandonato per troppi anni da un’Amministrazione incapace all’incuria ed alla sporcizia ed oggi a rischio di svendita speculativa. L’occupazione e le iniziative che stiamo portando avanti alla Mattonaia”, continua il Municipio “mostrano come in una città in emergenza abitativa ci sia chi ha il coraggio di lasciare vuoti e dismessi fondi commerciali e 11 appartamenti nel cuore della città, e sono la dimostrazione che i cittadini possono fare la differenza, possono riorientare le politiche della città senza per questo dover scendere a compromessi con i poteri forti o con gli appetiti speculativi. E lo possono fare nonostante la politica portata avanti dall’Amministrazione. Che nel caso dell’ex Colorificio” conclude il Municipio, “alle promesse fatte è corrisposto un nulla di fatto, gli impegni presi prima, durante e dopo lo sgombero sono rimasti lettera morta. Una situazione di stallo al limite del comprensibile, ma che potrebbe essere risolta facilmente nei prossimi giorni, se il Comune dimostrasse capacità di ascolto e di risoluzione dei problemi”.

20131108-165442.jpg

You may also like

By