Sala delle Baleari: e’ scontro politico. Un restauro costosissimo

PISA – Si riapre lo scontro politico della Sala delle Baleari. Convocata, per lunedì 6 giugno la Conferenza dei Capi Gruppo su richiesta del Capo Gruppo Giovanni Garzella FI – PDL e le altre opposizioni il capigruppo Elisabetta Zuccaro M5S., Francesco Auletta U.C.I.C-P.R.C., Raffaele Latrofa N.C.D. e Simonetta Ghezzani S.E.L.

La richiesta è partita da Giovanni Garzella dopo aver scritto una relazione ai Capi Gruppo, dove emerge con chiarezza la contrarietà ad un progetto elaborato dai Tecnici del Comune e dai Tecnici della Soprintendenza che non tiene conto di una serie di rilevanti motivazioni mosse da Garzella.

“Nemmeno per il Tunnel della Manica ci si è messo così tanto tempo! – esclama Giovanni Garzella promotore della Conferenza dei capi Gruppo – “Ritardi a non finire ed ad oggi non vi è una determina sugli arredi. Il Consiglio a Dicembre aveva chiesto di andare subito nella Sala con gli arredi vecchi ma i Tecnici del Comune e della Soprintendenza hanno deciso diversamente, anche se non è chiaro come sia nato tale parere: gli arredi erano vincolati per cui necessitava del parere della Soprintendenza?

Quindi i tecnici hanno deciso: tappezzerie nuove, tende nuove, banchi nuovi. Io non ci sto, se le paghino loro!! Perché le devono pagare i cittadini? Troppi i soldi spesi per la Sala delle Baleari! Si spendano nelle scuole per fare stare meglio i nostri bambini. Invece delle sedute con tappezzerie nuove si mettano le vecchie e si compri le sedie nuove ai bambini. Si avanzano addirittura problemi di sicurezza per l’assenza della pedana: si rimetta la pedana. E’ il Consiglio Comunale che decide. E il Consiglio Comunale ha deciso di risparmiare e di rimettere gli arredi vecchi. Forse sono stati mantenuti male ed ora debbano essere sistemati? Allora si proceda a spostare gli arredi della Sala Regia che ora utilizziamo”, conclude Garzella.

By