Saldi. Attese con segno positivo per gli operatori pisani

PISA – Sono moderatamente ottimisti i comercianti di abbigliamento e calzature, in vista dell’inizio della stagione dei saldi estivi.

soldi euro

I saldi partiranno sabato 4 luglio e nonostante il clima d’incertezza, legato soprattutto alle vicende di Grecia e Russia, le attese degli operatori sono positive. Commenta Federica Grassini, presidente regionale di Federazione Moda Italia e numero uno di ConfcommercioPisa: “Non è facile fare previsioni, ma crediamo di confermare l’andamento del 2014, con la prospettiva concreta di fare meglio rispetto allo scorso anno”.

Grassini ammette che se i margini per i commercianti sono ridotti, in compenso per i clienti si aprono ottime prospettive per fare affari: “Sarà importante affidarsi però a quei negozi di qualità che offrono garanzie sui prodotti made in Italy e sul post vendita. Si aprono scenari positivi e possibilità di ottimi affari per i turisti che speriamo affolleranno in massa il litorale pisano, e per tutti coloro che hanno in programma cerimonie a settembre esiste la possibilità di acquistare abiti di ottima fattura a prezzi scontati”.

“C’è una luce in fondo al tunnel” – secondo Giovanni Nuti, vicepresidente di Confcommercio Valdera: “Se nei tre anni precedenti c’erano decrementi a due cifre, quest’anno la discesa si è arrestata. La ripresa non si è ancora tradotta in un aumento dei consumi, ma uno spiraglio positivo, seppur lentamente, si comincia finalmente ad intravedere all’orizzonte”.

Gli sconti oscilleranno tra il 30% e il 50% e la tipologia di acquisti sarà prevalentemente sui prodotti estivi come t-shirt, sandali, abiti leggeri. Secondo il Centro Studi ConfcommercioPisa i saldi estivi rappresentano il 15% circa dell’intero fatturato annuo dei settori di abbigliamento e calzature. Ogni famiglia a Pisa e provincia spenderà in media trecento euro per i saldi estivi 2015. Per il direttore di ConfcommercioPisa Federico Pieragnoli – “i saldi estivi rappresentano un significativo banco di prova per capire il sentiment delle famiglie. Ci aspettiamo un esito migliore rispetto agli ultimi anni”. Si ricorda che i cambi durante i saldi sono a discrezione del venditore.

By