Sale la febbre del Gioco del Ponte: rimangono solo 150 biglietti. Federico Eligi: “Stiamo pensando di aumentare i posti”

PISA – Mancano solo due giorni alla sfida sul Pinte di Mezzo tra Mezzogiorno e Tramontana ed i biglietti stanno andando letteralmente a ruba per i 4000 posti in tribuna. Ne rimangono solo 150.

Il calcolo: 840 sono andati alle Parti per figuranti e combattenti, 250 sono stati venduti finora nell’atrio del Comune, 40 dall’agenzia Samovar. In più 400 saranno regalati e bambini e ragazzi. 1500 sono stati comprati da 20 aziende pisane chee li regaleranno a clienti, amici e li useranno per promuovere il Gioco sul territorio.

Le aziende del territorio che hanno acquistato i biglietti per regalarli ai clienti: Confcommercio Pisa, Pisa Centro Srl, King Immobiliare Srl, Galilei Real Estate Srl, Olimpia Real Estate 2 Srl, Samovar Nadir Viaggi Sas, La Cittadella Spa, Cioli Arredamenti Srl, Ipermoda Factory Srl, AT.AL. Srl, Dall’Ape alla Zebra Sas, Agenzia Viaggi A.S.T.I. Srl, Lattanzi Group Srl, Toni Luigi Srl, Scateni Rinaldo Impianti Elettrici, Red Baron, Devitalia Telecomunicazioni, Credito Cooperativo di Fornacette Agenzia di Pisa 2, Eos Fideiussioni, Mercato Storico Piazza Duomo.

“Al computo totale si aggiungono tantissimi biglietti venduti dalle Magistrature”, spiega Alessandro Trolese, presidente dell’Associazione Manifestazioni Storiche, che gestisce la vendita dei tagliandi: “Dall’ultimo calcolo ne rimangono solo 150: già esaurite le tribune di Mezzogiorno, rimangono ora 100 posti a Santa Maria e 50 a San Francesco”.

L’assessore al Personale e alle Manifestazioni storiche Federico Eligi, pensa ad un possibile allargamento della capienza: “Stiamo verificando le possibilità di aumentare i posti attuali per dare modo a chi vorrà di seguire dal vivo questo evento”.

Gli ultimi tagliandi sono in vendita nell’atrio del Comune dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.

20130627-001607.jpg

By