Salernitana – Pisa. Amarcord. Il ricordo di Claudio Di Prete e quei due gol a Walter Zenga

PISA – Quando Walter Zenga uscì in lacrime nell’ottobre del 1978 in un Salernitana – Pisa vinto dai nerazzurri per 2-1, l’assoluto protagonista della giornata fu Claudio Di Prete all’epoca venticinquenne attaccante nerazzurro, attualmente titolare di una palestra nella nostra città e contattato telefonicamente dal redazione di www.solosalerno.it

“Ricordo perfettamente quella doppietta anche se assunse un valore particolare solo col trascorrere degli anni e l’affermazione nel mondo del calcio di Walter Zenga – spiega – All’epoca era un ragazzo alle prime esperienze, feci gol con due tiri neppure irresistibili. Il primo fu un tiro in diagonale, la sfera rimbalzò su una zolla del campo ed assunse una traiettoria beffarda. Zenga provò a bloccarla, ma gli passò sopra le mani, commise un errore evidente. La seconda rete, invece, fu scaturita da una conclusione angolata ma debole, presi il portiere sul tempo. Ricordo le lacrime di Zenga, costretto a lasciare il campo disperato. Fu una reazione emotiva comprensibile per un giovane alle prime armi. Giocammo in un Vestuti in fermento per la contestazione all’allenatore Tom Rosati, costretto a rassegnare le dimissioni a fine gara. Vincemmo anche al ritorno, segnai nuovamente ma in porta c’era il mio amico Nevio Favaro”.

“Per il Pisa fu un campionato trionfale concluso con la promozione in B. L’anno dopo fui messo fuori rosa e proprio la Salernitana provò ad acquistarmi. All’epoca quella granata era una piazza molto quotata, ma per ripicca nei confronti della dirigenza toscana rifiutai il trasferimento. Da pisano doc mi fece male subire quel trattamento, col senno di poi non avrei però rifiutato Salerno, città dove sono ritornato successivamente seppur da calciatore della Nocerina, tra l’altro nell’anno del tragico terremoto dell’80. Seguo il Pisa dai giornali, mi auguro esca indenne dall’Arechi ma sicuramente avrà molte difficoltà. Qualitativamente l’organico non è inferiore a quello della Salernitana, ma in queste categorie il fattore campo è fondamentale e quella granata è una tifoseria molto calorosa, al pari di quella pisana. Salernitana e Pisa sembrano in ripresa, i playoff li faranno comunque. Poi diventerà un terno al lotto, dipenderà da tante variabili: condizione psicofisica, acciacchi, squalifiche e quant’altro. Spesso agli spareggi non vince la squadra più forte, ma quella più pronta”.

SOTTO UN GIOVANE WALTER ZENGA CON LA MAGLIA DELL’INTER (foto tratta da wikipedia.org)

20140405-144220.jpg

By