Salute e informazIone. Sonetti (Pd): “Avviare una campagna sull’importanza della vaccinazione”

PISA – Lunedì scorso si è tenuto l’incontro riunione del circolo Pd Sanità sulla questione vaccini. L’incontro, presieduto dal responsabile Sanità provinciale Pd Alberto Porcaro, ha visto la partecipazione del deputato Federico Gelli, responsabile nazionale Sanità del Pd e del segretario provinciale Massimiliano Sonetti, oltre a numerosi primari e medici dell’azienda ospedaliera universitaria pisana, tra cui il direttore di malattie infettive Francesco Menichetti, la responsabile dello staff direzione sanitaria azienda Usl 5 Emanuela De Franco, il professor Cristaudo, direttore di medicina preventiva del lavoro e il professor Pier Luigi Lopalco, epidemiologo ed esperto di vaccinazioni.

Tra i presenti anche i medici della Società della salute. Durante il dibattito, i presenti hanno fatto emergere la necessità di incrementare l’informazione non solo verso le notizie false diffuse da fake news e spalleggiate da alcuni esponenti politici, ma anche verso coloro che trascurano il problema. In base a questo è nata la richiesta da parte di Sonetti per l’istituzione di un tavolo tecnico per l’informazione e la divulgazione, mentre Porcaro ha sottolineato l’importanza di una legge sull’obbligo vaccinale utile per contrastare le conseguenze della disinformazione sulla quale sta lavorando il deputato Pd Federico Gelli, che sta raccogliendo idee e proposte in giro per l’Italia. Durante la riunione è stato comunicato inoltre che il segretario Sonetti e alcuni membri della segreteria provinciale si sottoporranno a vaccino anti-meningite per dare un segnale forte sull’importanza e la necessità di vaccinarsi.

“Dai alcuni dati che ci giungono da Asl 5 e Università di Pisa i casi di queste pericolose malattie sono in crescita – afferma Sonetti -: quelli di morbillo aggiornati al maggio 2017 contano 269 soggetti in Toscana, mentre in provincia di Pisa siamo passati dai 2 casi del 2016 ai 58 registrati nell’anno in corso fino a maggio. La cosa impressionante è che dei 2.395 casi in Italia non risulta vaccinato l’89%, considerando che il 7% di questi sono bambini con età inferiore a un anno, che non possono essere vaccinati. Ci sono poi 2 casi di rosolia nel 2017”.

“Sul fronte meningite – prosegue -, la campagna straordinaria di vaccini tra l’aprile e il dicembre 2015, ha visto in provincia di Pisa sottoporsi 13.106 persone corrispondenti al 16,62% della popolazione nella fascia 21-44 anni, composta da 78.869 persone e 8,92% nella fascia di età maggiore o uguale ai 45 anni, corrispondenti a 12.031 persone su 134.804. Il dato 2016 è al 35,86% nella fascia 21-44 anni, cioè 37.400 su 104.285 e nella fascia maggiore o uguale ai 45 anni risultano 10.087 su 180.303, pari al 5,59%”.

“Questi numeri – conclude Sonetti – ci danno il senso dell’importanza di vaccinarsi per salvare noi stessi e il prossimo e della necessità di dover informare correttamente e massicciamente la popolazione: per questo organizzeremo una campagna di volantinaggio di fronte alle scuole a Pisa, per informare genitori e studenti su un tema così sensibile e delicato”.

Loading Facebook Comments ...
By