San Giuliano: approvati i lavori di urgenza necessari dopo le recenti piogge

SAN GIULIANO – Il Comune ha approvato una serie di interventi di somma urgenza necessari dopo le forti piogge del 18 e 19 Gennaio.  “Al fine di andare incontro alle segnalazioni pervenute da parte dei cittadini – spiega l’assessore ai lavori pubblici Marco Balatresi – ed al fine di combattere il formarsi di nuovi allagamenti l’ente si è attivato per eseguire una serie di interventi in somma urgenza”. Gli interventi sono stati messi in atto già dal giorno 20 Gennaio, attivando di fatto le autobotti per un controllo della rete di smaltimento delle acque meteoriche, rimozione dell’acqua e interventi di stasatura dove necessari. Tra i vari lavori eseguiti ne vanno segnalati due di maggiore importanza: uno di questi in Via G. Bruno, Loc. Metato, per il ripristino di quote nella fognatura delle acque chiare e la rimozione di oltre 300.000 litri di acqua e l’altro in Largo Shelley , Loc. San Giuliano Terme, per ripristinare il corretto deflusso delle acque a causa di una rottura della tubazione della acque chiare avvenuta a circa 2,5 metri di profondità. Ulteriori interventi sono stati effettuati da Fiumi e Fossi con azioni di ripulitura di alcuni tratti, il pompaggio di acqua a ciclo continuo attraverso le idrovore e la messa in programma di interventi di ripristino in Via Turati del Fosso Fiumaccio. “Molto è stato fatto – continua Balatresi –  adesso alcune situazioni sul territorio sono comunque sempre sotto monitoraggio ed altri interventi  saranno pianificati sul territorio nei prossimi giorni tra Metato e Molina di Quosa. Mi unisco al grido di aiuto del Sindaco Panattoni in cui si chiede di cambiare mentalità nella gestione del territorio, di non lasciare il Comune come ultimo baluardo nelle difesa del territorio e che quindi vengano assegnate le risorse utili a tale scopo. Quelli degli ultimi giorni sono stati momenti frenetici e di grande preoccupazione” – conclude Balatresi – “Voglio ringraziare tutti coloro che si sono attivati nell’emergenza e che hanno profuso anche in seguito il loro impegno: i Dipendenti comunali, la GeSte, Fiumi e Fossi, Auser Bientina, la protezione civile, la Polizia Municipale, tutti coloro che sono intervenuti a vario titolo ma, soprattutto, i cittadini che si sono dati da fare con grandissimo senso di responsabilità.”

 

By