San Giuliano. M5S, Marrocu: “Squadra affiatata”. Giuliani ai saluti

SAN GIULIANO TERME – La consiliatura giunge a conclusione ed i consiglieri del M5S di San Giuliano Terme, Giuliani e Marrocu, salutano i cittadini di San Giuliano Terme. Giuliani, Capogruppo in Consiglio Comunale, non si ricandiderà,
pur restando nel M5S. Marrocu è capolista alle prossime elezioni dove il M5S presenta Luigi Vitiello come
candidato a Sindaco.
“E’ stata un’esperienza politica bella, felice, dura, in consiglio comunale ci siamo confrontati e qualche volta
scontrati ma sempre col massimo rispetto – dichiara Giuliani – Abbiamo difeso l’identità di questo paese e i
suoi valori, nella commissione verifica e controllo, di cui sono stato Presidente per quasi 2 anni, ho svolto un’importante operazione verità approfondendo aspetti critici del passato come nel caso della Fondazione Cerratelli che si è concretizzata con una commissione speciale ad hoc. Sono cresciuto, anzi siamo cresciuti, e molto, sia come persone che come movimento, a tutti i livelli. Questi 5 anni ci hanno visto impegnati vicino ai cittadini e li ringrazio per il sostegno che ci hanno dato. Anche se non mi ricandido resterò vicino a Luigi Vitiello, una persona perbene che ha la mia stima e la mia fiducia.”

“A queste elezioni- afferma Marrocu – ci arriviamo con una consapevolezza diversa ed una squadra affiatata,
composta da eccellenze e da professionalità offerte dalla società civile del territorio sangiulianese. Il 10 maggio
alle ore 17 presenteremo la squadra dei consiglieri comunali ed abbiamo già chiara la squadra degli
assessori. Questa volta il ballottaggio andrà diversamente, abbiamo scelto un candidato sindaco, Luigi Vitiello,
forte e competente, dipendente del ministero delle economie e finanze, laureato in scienze amministrative,
conosciuto e apprezzato dai sangiulianesi. Le elezioni si vincono con un programma scritto con i cittadini e con la competenza per poterlo realizzare. Siamo partiti dalle frazioni e puntiamo sulle frazioni a cui vogliamo ridare il decoro che meritano: cura del verde, più marciapiedi, manutenzione stradale costante, più illuminazione,
maggiore attenzione alle condizioni delle aree e degli edifici pubblici, a partire dalle scuole dove studiano i
nostri figli.”

By