San Giuliano si prepara al Piano Operativo Comunale

PISA – Il prossimo 25 luglio il Regolamento Urbanistico del comune di San Giuliano Terme perderà l’efficacia delle previsioni approvate dal Consiglio Comunale con la delibera 60 del 2012, giunte a naturale scadenza. Di conseguenza, se non convenzionati, andranno a decadere tutti gli interventi programmati sia a livello di pianificazione territoriale che attuativo.
Per effetto dell’entrata in vigore della Legge Regionale 65 del 10 novembre 2014, dal significativo titolo “Norme per il governo del territorio”, il comune dovrà dotarsi di un nuovo strumento urbanistico: il Piano Operativo Comunale (POC). Nello specifico si tratterà di una variante manutentiva ovvero dell’adeguamento alla nuova normativa dello strumento urbanistico ad oggi vigente.

La Legge Regionale 65/2014 considera la partecipazione della cittadinanza attiva, dei soggetti istituzionali, degli attori economici e di tutti gli altri soggetti interessati, ognuno ovviamente per le proprie competenze e funzioni, come un momento fondamentale del processo di formazione dell’atto.
Dopo la pubblicazione dell’avvio del procedimento, lo scorso 7 aprile, ed entro il 6 maggio gli interessati potranno inviare al comune contributi per la Valutazione Ambientale Strategica e suggerimenti e proposte per le scelte urbanistiche. Questi contributi, redatti anche in carta semplice e accompagnati da una copia del documento di identità, possono essere inviati tramite posta ordinaria o raccomandata indirizzata al Garante dell’informazione e della partecipazione Alessio Pierotti (via Nicoclini, 25 – 56017 San Giuliano Terme), consegnati allo Sportello Tecnico del comune (martedì, giovedì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e il martedì dalle ore 15.00 alle ore 16.00) oppure all’Ufficio Protocollo (lunedì e mercoledì dalle ore 8.30 alle ore 12.00). Altro canale per l’invio dei contributi è la mail, con due indirizzi a disposizione: garante@comune.sangiulianoterme.pisa.it e comune.sangiulianoterme@postcert.toscana.it


Dopo la scadenza del 6 maggio e i successivi passaggi tecnici ed amministrativi, la procedura del POC vivrà un secondo momento di partecipazione dopo l’adozione da parte del Consiglio Comunale e alla pubblicazione dell’avviso della fase di adozione sul BURT. Da quel momento gli interessati avranno 60 giorni di tempo per per presentare osservazioni e pareri. Per illustrare le procedure del POC l’amministrazione ha organizzato nella fase di avvio del procedimento due assemblee pubbliche aperte alla cittadinanza e due tavoli tecnici ad invito, uno riservato al mondo dell’associazionismo e del volontariato ed uno alle istituzioni, agli ordini e collegi professionali e alle rappresentanze delle categorie produttive. Dopo la prima assemblea, che si è svolta mercoledì 12 aprile presso la Casa Caritas di Pontasserchio, il prossimo appuntamento per la cittadinanza è mercoledì 19 aprile, con inizio alle ore 21.00, presso la Residenza Universitaria “I Praticelli” di Ghezzano, in via Berchet.

By