San Giuliano Terme. Amianto nelle tubature, il comitato “Proteggiamo il futuro” chiede la sospensione di “Acqua Buona”

PISA – Il comitato di genitori è attivo da un anno sulla problematica delle tubature in amianto ancora presenti nella rete idrica del comune di San Giuliano Terme (57 km secondo l‘Autorità Idrica Toscana) che rilasciano le fibre cancerogene nell’acqua potabile.

I genitori hanno raccolto 500 firme sulla petizione con cui richiedono all’amministrazione comunale la sospensione del progetto Acqua Buona nelle scuole e la sostituzione delle tubature in amianto. Da un anno attraverso la commissione mensa prima e poi con una petizione i genitori del comune di San Giuliano Terme chiedono all’amministrazione delle risposte. Martedi 13 dicembre alle 17 se ne discuterà in Consiglio Comunale con il presidente dell’AIT A. Mazzei, con il Presidente di Acque spa G. Sardu e il direttore dell’U.O. medicina preventiva del lavoro A. Cristaudo. Purtroppo il comitato non è mai stato interpellato nel processo di esame e discussione della Petizione oltre a non poter portare esperti per un contraddittorio. La Delibera che si andrà a votare martedì stravolge però la volontà dei cittadini. Abbiamo domande per i referenti presenti e chiediamo di intervenire. Nell’impianto della Delibera viene ignorata la volontà dei cittadini espressa con 500 firme. Speriamo che martedì in Consiglio Comunale ci vengano date delle risposte puntuali e corrispondenti alle nostre istanze.

Fonte: Comitato ‘Proteggiamo il futuro
Presidente Vitale Martina
La Vicepresidente Nurra Angela
I membri del direttivo Messicani Samuele Cerrai Laura Santerini Solange

By