San Giuliano Terme. Firmato l’accordo con le Organizzazioni Sindacali sul Bilancio di Previsione

SAN GIULIANO TERME – Nei giorni 10 e 17 luglio L’Amministrazione Comunale ha incontrato le Organizzazioni Sindacali nell’ambito del percorso partecipativo, oramai consolidato, nel quale si è discusso del bilancio di previsione 2015, alla luce dell’attuale situazione economica e sociale.

image

E’ stato un confronto positivo e proficuo che ha permesso all’ Amministrazione Comunale, rappresentata dal Sindaco Sergio di Maio, dal Vice Sindaco e assessore al sociale Franco Marchetti,e dall’ assessore al Bilancio Carlo Guelfi, di illustrare la situazione economico-finanziaria del Comune e le linee programmatiche che, sulla base della stessa, hanno rappresentato la guida per la stesura del documento di bilancio per il corrente esercizio.

​“L’Amministrazione Comunale – nonostante un ulteriore contrazione dei trasferimenti dello Stato agli Enti Locali – afferma l’Assessore al Bilancio Carlo Guelfi – si è impegnata in uno straordinario sforzo per dare inizio ad una graduale riduzione della pressione fiscale, riducendo l’aliquota IMU sulle seconde abitazioni date in comodato d’uso nel rapporto tra genitori e figli e per coloro che esercitano un’attività economica in un fondo di loro proprietà. E’ stata anche confermata l’aliquota prevista nel caso di immobili dati in locazione con affitto concordato”.

​Aggiunge il Sindaco Sergio Di Maio: “l’Amministrazione è riuscita inoltre a mantenere l’esenzione dal pagamento dell’addizionale IRPEF per chi ha un reddito inferiore a € 15.000,00, un’ulteriore misura a sostegno delle fasce più deboli della popolazione che sono quelle più esposte alla crisi. Per quanto riguarda gli investimenti, si è adoperata per un piano dei lavori mirato al miglioramento dei plessi scolastici, auspicando un sostegno economico da parte dello Stato. Avremmo voluto fare di più, ma in questa congiuntura economica bisogna imparare l’arte dei piccoli passi”.

​“Da evidenziare che – aggiunge l’Assessore al Sociale Franco Marchetti- nonostante la riduzione delle risorse, non sono state modificate le tariffe per i servizi a domanda individuale, che hanno in genere una ricaduta sulle fasce sociali più deboli, ed è stata confermata la spesa sociale di circa 46 € pro-capite”.

​Le Organizzazioni Sindacali, rappresentate da Tito Ribechini per CGIL, Paolo Graziani per lo SPI/CGIL e Roberto Canesi Lega SPI San Giuliano, Dario Campera per CISL, Dino Tamburini FNP/CISL, Cristina Barbetta per UIL, Marcello Casati UILP, hanno apprezzato molto lo sforzo compiuto dal Comune di San Giuliano Terme, in particolare per quanto riguarda gli interventi mirati alla graduale riduzione della pressione fiscale ed a quelle misure rivolte al sostegno delle fasce più deboli della popolazione.

By