San Giuliano Terme. Giuseppe Faville illustra la storia della ceramica

PISA – Una delle produzioni che più hanno caratterizzato l’industria pisana dagli inizi dell’Ottocento fino ad oltre la metà del Novecento è stata sicuramente quella della ceramica.

Una tradizione pisana, che trova le sue radici nel Medioevo: per capirne l’importanza basti pensare che proprio la produzione di vasellame ceramico per uso domestico ha permesso di indagare il rapporto tra la città di Pisa e il suo contando tra il X e il XV secolo.

Alle manifatture che contribuirono allo sviluppo economico di Pisa proprio a cavallo tra il XIX e il XX secolo è dedicata l’apericena culturale dell’Associazione “Il Ponticello” di San Giuliano Terme di venerdì 9 marzo, quando Giuseppe Favilli illustrerà la storia di alcuni dei ventisette opifici pisani attivi all’epoca e che riuscirono a conquistare importanti quote del mercato non soltanto italiano ma anche estero.

L’appuntamento per i cultori della materia e per i curiosi è presso il bar pasticceria “Il Ponticello”: l’ingresso alla conferenza, con inizio previsto alle ore 21, è libero e gratuito fino all’esaurimento dei posti.

Dalle 19.30 sarà possibile incontrare il relatore durante la consueta apericena che precede gli eventi dell’Associazione culturale e naturalistica “Il Ponticello”.

By