San Giuliano Terme, gli investimenti previsti per l’edilizia scolastica

SAN GIULIANO TERME – La manutenzione e la riqualificazione delle strutture scolastiche è da sempre uno degli obiettivi dell’amministrazione guidata dal Sergio Di Maio. Non a caso tra le prime azioni della Giunta termale, appena eletta, fu proprio il rifacimento del tetto della scuola dell’infanzia di Pugnano.

Da allora – spiega il primo cittadino della comunità termale – il livello di attenzione non è mai calato, anzi. Nel corso degli ultimi tre anni sono stati tanti gli interventi, sia di manutenzione ordinaria che straordinaria, puntualmente documentati sia tramite la stampa tradizionale che le pagine social a disposizione del Comune. Penso che la migliore testimonianza dell’attenzione che abbiamo verso le nostre scuole sia la risposta che abbiamo dato al grave problema che ha colpito la scuola secondaria di primo grado “Enrico Fermi” di Pontasserchio lo scorso aprile. Non voglio stare a ripercorrere passo passo quello che il sottoscritto, gli assessori e i tecnici comunali hanno fatto in quei convulsi giorni, sacrificando anche le famiglie durante le festività della Pasqua. Voglio soltanto ricordare che siamo riusciti a riaprire la scuola in tempi rapidi, limitando a soli tre giorni reali il disagio della chiusura. Ringrazio ancora una volta le ditte Survey Italia e Cemes per l’impegno messo nella verifica strutturale e nei lavori di rimozione degli intonaci e di messa in sicurezza delle aule e degli altri locali della scuola, un impegno che è andato oltre il semplice rapporto contrattuale ed economico. Proprio in questi giorni, sfruttando le festività natalizie e di fine anno, come concordato con la dirigenza scolastica e i genitori, stiamo procedendo al ripristino dei solai delle ultime aule mediante pannelli in cartongesso. Un impegno importante che ha dimostrato come, nonostante la facile retorica di molti, in Italia le amministrazioni possono dare risposte concrete ed immediate alle emergenze“.

Proprio l’episodio della scuola “Fermi” ha indirizzato le scelte per gli investimenti sulle strutture scolastiche per il triennio 2018-2020: “Il piano dei lavori pubblici prevede investimenti per 170.000 euro – spiega l’assessora Maria Elena Bianchi Bandinelli Paparoni – Abbiamo privilegiato le voci di spesa relative alla prevenzione, per garantire ai bambini e ai ragazzi delle nostre scuole gli adeguati standard di funzionalità e sicurezza. In particolare continueremo il percorso di adeguamento delle strutture alle più recenti normative antincendio: dopo i lavori nei nidi di Ghezzano, Molina di Quosa e Orzignano, nel 2018 sarà il turno delle primarie di Arena Metato e San Giuliano Terme, interventi per i quali abbiamo avuto un cofinanziamento della Regione Toscana e che sono già stati affidati alla società in-house GeSTe.

Gli uffici tecnici sono al lavoro anche per la scuola primaria di Mezzana, che è soggetta al CPI solo dallo scorso anno, e per la secondaria di primo grado di Pontasserchio. Proseguirà anche l’attività di verifica delle strutture, dopo le prove di carico effettuate alla secondaria di San Giuliano Terme e le prove antisfondellamento presso le primarie di Pappiana e Pontasserchio e la secondaria di quets’ultima frazione“.

Mi piace sottolineare – conclude il sindaco Di Maio – che nella manutenzione ordinaria non rientrano soltanto le piccole riparazioni, come suggerito da qualcuno. Per noi la manutenzione ordinaria è anche il controllo periodico sulle infrastrutture: dagli impianti di riscaldamento e per l’acqua calda sanitaria a quelli elettrici, fino alla verifica dello scolo delle acque meteoriche. Questo perché siamo convinti che le caratteristiche degli ambienti che ospitano le attività didattiche siano fondamentali nelle dinamiche di apprendimento e insegnamento. Non mancano nuovi progetti: siamo al lavoro per un nuovo polo scolastico nella frazione di Arena Metato, opera inserita nel Piano Operativo Comunale che stiamo definendo e per cui ci attiveremo per intercettare fondi ministeriali tramite bandi e concorsi“.

By