A San Rossore l’elicottero antincendio della Protezione Civile Regionale

PISA – Un investimento di quasi 20mila euro, quello eseguito dall’Ente Parco San Rossore per predisporre una piazzola destinata ad accogliere uno dei dieci elicotteri antincendio della Regione Toscana, che vi stazionerà per i mesi di luglio ed agosto al fine di incrementare il livello di sicurezza boschiva nel periodo di maggiore criticità.

di Giovanni Manenti

I lavori che hanno riguardato una nuova recinzione in legno, una rete metallica a doppia tensione, oltre ad aste per la manica a vento, cancelli, lavori in muratura e potature, hanno consentito la successiva stipula di una Convenzione con la Regione Toscana che prevede la collocazione del velivolo per un periodo di tre anni, con la concessione della riferita piazzola a titolo di comodato gratuito.

La facile raggiungibilità della base – a disposizione di tutto il territorio sia provinciale che regionale – consente pertanto di aumentare la funzionalità del servizio, grazie anche ad appositi Corsi di Formazione antincendio a cui hanno preso parte tutti il personale delle Guardie del Parco, in accordo con il sistema regionale di Protezione Civile per quelle che potranno essere le operazioni di primo intervento.

“La Regione Toscana ha un’eccellenza nella lotta contro gli incendi boschivi – afferma il direttore Gaddi – e per migliorare il servizio abbiamo concordato di avere nuovamente presso il Parco di San Rossore un elicottero antincendio tramite la stipula di una convenzione con cui abbiamo dato in comodato gratuito la piazzola dove l’elicottero è parcheggiato”.
“L’elicottero è attrezzato con i galleggianti per eventuali interventi in mare, e noi siamo a disposizione della sala operativa regionale a cui rispondiamo con un preavviso di 5′ da quando riceviamo l’alert – afferma l’elicotterista Marco Marchi – siamo in due persone fisse, un pilota che si alterna ogni settimana ed un tecnico dove la rotazione è quindicinale, per un elicottero che ha una autonomia di 3 ore con una velocità massima di 160km/h, il che sta a significare che da qui per raggiungere il Monte Serra occorrono circa 10 minuti”, conclude Marchi.

By