Santa Croce Sull’Arno, piante di cannabis tra le pannocchie di mais

SANTA CROCE SULL’ARNO – Tra le pannocchie di mais anche le piante di cannabis. Succedeva a Santa Croce sull’Arno, proprio nelle vicinanze del cimitero, dove i carabinieri della Compagnia di San Miniato hanno scoperto la coltivazione arrestando per produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 33enne italiano, dipendente di una società che opera nel settore della grafica pubblicitaria.

Da mesi l’uomo aveva notato il terreno ritenendolo utile per avviare un’attività di coltivazione di canapa indiana. Per tale motivo si era procurato tutto il necessario e, dopo la semina, con frequenza quasi quotidiana ogni giorno si dedicava alle piante per poi raccogliere le foglie e venderle dopo averle essiccate. Il proprietario del fondo, un agricoltore che sporadicamente andava sul posto, però si è accorto della strana piantagione denunciando il fatto ai carabinieri, i quali dopo due giorni di osservazione sotto il sole cocente hanno scoperto l’autore.

Quando è stato fermato aveva alcune taniche d’acqua per irrigare le piante. La perquisizione dell’auto e dell’abitazione del giovane ha poi consentito di rinvenire altri esemplari di canapa indiana, già in fase avanzata di essiccazione, e altro materiale utilizzato per la semina, la coltivazione, il confezionamento e lo spaccio dello stupefacente. Il giovane, che è stato sin da subito collaborativo ammettendo tutte le sue responsabilità, si è giustificato asserendo di aver iniziato la sua ‘attività parallela’ solo da poco tempo e col solo intento di arrotondare il suo ‘magro’ stipendio, ultimamente non più adeguato dovendo sostenere anche le spese per il pagamento delle rate dell’autovettura recentemente acquistata.

Il 33enne è stato portato in carcere a Pisa poi, dopo la convalida dell’arresto, rimesso in libertà con l’obbligo di dimora dalle 21 alle 7 del mattino.

Fonte: gonews.it

20130812-210651.jpg

You may also like

By