Sbloccati dieci milioni di euro per la delocalizzazione delle case in Via Cariola e Carrareccia

PISA – La Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha approvato questa mattina l’emendamento che stanzia dieci milioni di euro per la delocalizzazioni delle abitazioni di Via Cariola e Carrareccia.

«E’ il risultato di una lunga battaglia, sono risorse che tornano alla città, per rispondere ad un’esigenza essenziale: è ciò che Pisa attendeva da tempo e che era dovuto ai residenti del borgo rimasto intercluso fra la superstrada, i parcheggi e le piazzole di sosta degli aerei. Avevo dato la massima priorità a questo obiettivo nel rapporto col governo e dunque sono molto contento». Ha detto il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi.

«Ora dobbiamo vigilare perché il provvedimento sia approvato definitivamente – ha proseguito – dobbiamo mantenere un impegno bipartisan, essere uniti per risolvere un importante problema ambientale e di prospettiva del “Galilei”. Ringrazio i nostri parlamentari che si sono impegnati e riconosco la coerenza del Ministro Lupi rispetto alle intese di poche settimane fa. Ringrazio, però, anche la Sat e la Regione che parteciperanno alla delocalizzazione con proprie risorse. Nei tempi che corrono questo non era scontato. Informeremo i cittadini più interessati della sostanza del provvedimento e dei suoi sviluppi».

Via Cariola: la vicenda

La questione riguarda le cinquanta famiglie che vivono in Via Cariola e via Carrareccia, nel quartiere San Giusto, vicino a Galilei. 44 edifici “costretti” a convivere a poca distanza dall’Aeroporto pisano e dall’altra parte, gli edifici frenano l’espansione del Galilei. La delocalizzazione è la soluzione per entrambe le parti, ma essendo costruite su terreno demaniale, le case sono sotto la giurisdizione statale. Queste sono le prime novità dopo la bozza di accordo del 2011.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Pisa

20130719-133318.jpg

You may also like

By