Scalia (M5S): “Iacono conosciuto alle forze dell’ordine, fuori per regali della politica”

PISA – Ormai è diventata una costante quando si parla del gesto di un criminale: “già noto alle Forze dell’ordine”.

E’ avvenuto anche per Patrizio Giovanni Iacono, il giovane che ieri ha ferito quattro persone con una pistola a Pisa. Il ventunenne, già noto alle Forze dell’ordine, ha infatti numerosi precedenti per rapina e altri reati contro il patrimonio. Non solo. Il 26 gennaio 2017, Iacono era stato arrestato ad Alghero per tentato omicidio. Eppure, nonostante tutti i precedenti, Patrizio Giovanni Iacono ha nuovamente impugnato un’arma, detenuta illegalmente, per uccidere” così Renato Scalia, candidato M5S ed ex ispettore DIA, in un post facebook pubblicato ieri in serata.

“Anche Igor, il noto pluriomicida, era uscito dal carcere con uno sconto di pena di 20 mesi e al momento della scarcerazione aveva salutato il compagno di cella dicendo “Viva la legge italiana” – sottolinea Scalia – tutti arrestati e rimessi in libertà grazie a sconti di pena, indulti, indultini, svuota-carceri e, per ultimo, il regalo del governo Gentiloni, la riforma dell’orditamento penitenziario che prevede “meno carcere e più pene alternative””.

“Ad ascoltare i proclami sulla sicurezza di chi ha governato il Paese in tutti questi anni, si rimane basiti. Basiti perché negli ultimi 25 anni abbiamo assistito a continui tagli alle risorse economiche destinate alla sicurezza. Basiti, perché negli ultimi 18 anni, le Forze di polizia hanno perso 30mila operatori” precisa il candidato M5S

“Il Movimento 5 Stelle vuole invertire questa tendenza. Più agenti e più carceri. I cittadini sono consapevoli e sono stufi di essere presi per i fondelli” conclude Scalia

By