Scherma. Cristino e Di Tommaso di bronzo a Verona

PISA – In occasione dei Campionati Italiani Cadetti e Giovani (under 17 ed under 20) che si sono svolti a Verona il “Club Scherma Pisa Antonio Di Ciolo” si è reso ancora una volta protagonista grazie alla prestazione di alcuni dei suoi atleti di punta.

Fra tutti i partecipanti si sono distinti in particolar modo i due ragazzi di origine lucchese Alessio Di Tommaso ed Anna Cristino, entrambi con una medaglia di bronzo appesa al collo al termine delle rispettive competizioni.

Sia per Alessio che per Anna la giornata di gara è subito partita nel migliore dei modo ed entrambi si sono garantiti l’accesso alla fase di eliminazione diretta del torneo dopo aver vinto tutti gli assalti nella fase preliminare a gironi.

La gara ha poi continuato a regalare gioie ed emozioni: Cristino ha eliminato nell’ordine la jesina Benedetta con un netto 15-5, la livornese Anabella Ileana Acurero Gonzalez (15-12 il punteggio al termine del match) e la romana Giulia Amore per 15-13, prima di arrendersi solo in semifinale alla salernitana Claudia Memoli; stessa sorte per Di Tommaso che se l’è invece dovuta vedere con il catanese Cristiano Longo (perentoria vittoria per 15-8), lo jesino Francesco Vannucci (ancora 15-8) ed il mestrino Giovanni Torchio (15-11 per il portacolori pisano) per poi vededersi bloccare alle porte della finalissima per l’oro dal montebellunese Filippo Quagliotto.

Enrico Di Ciolo, Maestro e Presidente del Club ha voluto esprimere la sua soddisfazione con le seguenti parole: “Ancora una volta siamo riusciti a renderci protagonisti assoluti a livello nazionale. In questa occasione il mio plauso, oltre al Maestro Alessandro Puccini, deve andare ai due giovani fiorettisti Alessio Di Tommaso ed Anna Cristino che rientrano in palestra con due medaglie di bronzo appese al collo. Entrambi i ragazzi avevano già avuto modo in passato di dimostrare il loro valore in pedana (in particolar modo Alessio conta già importanti risultati anche a livello internazionale) e questa ulteriore conferma del loro valore tecnico e tattico non può che renderci felici del nostro operato. Ci impegneremo dunque per continuare a lavorare nella stessa direzione per cercare di agguantare medaglie ancora più pesanti in futuro”.

By